Ti racconto il mio parto… By Giuman ✿

Il ginecologo ci spiega che questo accade in casi rarissimi e solo se il feto ha molto liquido a disposizione e la madre è piuttosto alta… beh c’erano entrambe le caratteristiche.

Il ginecologo ci dice che le probabilità che tu ritorni in posizione sono dell’1-2% e quindi ci dà appuntamento l’indomani in ospedale per farti nascere con parto cesareo.
Io inizio a piangere… era una possibilità che non avevo proprio considerato, dopo il primo parto naturale.

Torno a casa ed inizio le mie ricerche su internet, a quanto pare ci sono dei metodi naturali per tentare di farti girare. Beh, io ci provo… cosa avevo da perdere?!
Passo l’intera notte in bianco… inizio a camminare a quattro zampe per il corridoio.

Mi sdraio supina con tre cuscini sotto il sedere e resto così ferma immobile, accarezzando il pancione e chiedendoti di tornare in posizione.
Il tuo papà mi prende per matta e mi chiede di dormire e che domani sarà un giorno importante perché ti conosceremo, ma io non mi sento ancora pronta e non nel modo prospettato.

Pian piano mi addormento e all’improvviso un tuo movimento mi sveglia di sobbalzo… [SEGUE]

 

Facebook Comments

4.1K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4.1K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap