Ti racconto il mio parto… By Giannaleti

Voglio dire un’ultima cosa: alla faccia di chi dice che col cesareo non si sente niente io ho sentito praticamente tutto, dal taglio al ricamo conclusivo e quando tirano fuori la bambina… beh è la sensazione più strana e forte che abbia mai provato.
Mi sono sentita strappare le budella e subito dopo, un grande vuoto.

È incredibile! Il tutto in un pianto di gioia e liberazione. Quando poi l’ho vista… non riuscivo a frenare le lacrime, lei era bellissima e finalmente la vedevo!
Alla fine ce l’ho fatta anch’io e non mi sento delusa per non aver fatto un parto naturale; dopotutto sarebbe stato impossibile!
Tenterò la prossima volta, semmai Dio mi voglia mandare un altro bambino.

Intanto mi godo il mio tesoro che è diventato il mio mondo, insieme a mio marito. Adesso la mia famiglia è la cosa più importante che esista.
Ricordate: i dolori si dimenticano, la gioia sarà per sempre.

 

Disclaimer

I dettagli sui nomi degli ospedali o dei professionisti, vengono omessi o modificati dalla redazione per evitare ogni relazione con gli specifici punti nascita.

I contenuti scelti sono tratti dai raccolti nel forum di Mammole o pervengono direttamente alla redazione segreteria[at]mammole.it e la pubblicazione viene rilanciata su tutta la rete del network, che è costituita da centinaia di pagine FB dei vari ospedali locali. I racconti non possono essere pertanto riconducibili a nessun luogo di nascita preciso, la pubblicazione sulla pagina del singolo reparto non lo identifica come un evento avvenuto nella specifica struttura.

 

 

scrivi-tuo-racconto-parto

 

racconti-parto-banner
Facebook Comments

2.2K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2.2K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap