Ti racconto il mio parto… By Giannaleti

Passano le ore, arriviamo alle 6 di mattina, dilatazione 4 cm, ma la testa è ancora alta. Il dolore mi sta sfiancando, anche perché mi fanno stare tutto il tempo in piedi per vedere se questa testa scende un po’.
Invece la piccola se ne sta lì, non vuole scendere e intanto ho la schiena a pezzi.

Mi sentivo pronta…
Arrivo a mezzogiorno, siamo a 5-6 cm. Le cose procedono davvero lentamente e io non ce la faccio più. Ho delle contrazioni di schiena che mi stanno letteralmente sfinendo, non riesco a stare nè seduta, nè in piedi, nè in nessun modo.

Sto davvero male e le ore passano e qui non succede niente. Matteo cerca di starmi vicino, di farmi forza, ma in quei momenti è davvero difficile. Si sente solo il dolore dentro di noi! Continuano a ripetermi che tra poco partorirò, ma io non ascolto neanche più. Sono scoraggiata, delusa da me stessa e stanca, stanca… voglio che tutto finisca.

Non sono più pronta…
Arrivano le 4 del pomeriggio, dilatazione ancora ferma e testa alta.  Le ostetriche mi stanno vicino, alla fine mi dicono che aspettiamo ancora un po’ e se la situazione è invariata si farà il cesareo. Dopo un’oretta siamo sempre ferme. Ormai sono parecchie ore che le acque si sono rotte ed è davvero il momento di decidere.

Alle 7 mi preparano per la sala operatoria… SEGUE

 

 

Facebook Comments

4.4K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4.4K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap