Storie di parto, il VBAC di Cinzia ✿

vbacNicole, la mia prima splendida stellina, era nata con parto cesareo.

 

Per questo, solo 19 mesi dopo, avevo il grande desiderio di far nascere Leonardo con parto naturale.
Sapevo tutto sul vbac, ero pronta e motivata a tentare tutto il possibile.
Avrei finito il tempo il 18 dicembre ma la mattina del 15 Leo era pronto: alle 4.00 vado in bagno per fare pipì, torno a letto ma non riesco più a dormire.
Alle 6.00 mentre stavo per addormentarmi, il palloncino pieno d’acqua che custodisce il mio piccolino, esplode! Eh si…ho avuto la sensazione di un esplosione, si era rotto il sacco!
Ero spaventatissima e ho urlato svegliando mio marito e Nicole che dormiva con noi.

 

Urlavo io, urlava mio marito che non aveva capito ancora nulla e Nicole ci guardava allibita.
Decido si alzarmi e correre in bagno.
Faccio in tempo ad arrivare e sedermi sul water, che tutta l’acqua che avevo nel corpo ora non c’è più, devo sbrigarmi perché i dolori, già forti e molto vicini tra loro, sono iniziati.
Mio marito ha capito ed è agitato piu’ di me.
Lasciamo Nicole alle cure dei nonni.
Non ho tempo per vestirmi, esco in pigiama. Nella macchina i dolori si fanno sempre più forti e continui.
Arriviamo in ospedale, mi visitano e mi dicono che il mio travaglio è iniziato e sta procedendo alla grande.

 

Sul letto assumo posizioni assurde e chiudo gli occhi per cercare di sopportare quei dolori incredibili.
Non penso minimamente ai possibili rischi. Mi sento forte, penso a Nicole tutto il tempo.
L’ostetrica si complimenta per il mio comportamento e mi annuncia che è quasi arrivato il momento di far conoscere il sole a Leonardo. Sono le 11… dilatazione completa,  posso iniziare a spingere.
Non potevo immaginare la dote innata di ostetricia di mio marito: è stato accanto a me sempre massaggiando energicamente la mia schiena, ha affrontato un travaglio anche lui, e ora mi tiene le gambe per aiutarmi a spingere.

 

La testa di Leo già si vede, è ora di andare in sala parto.
Mi alzo e non so in quali condizioni arrivo in quella stanza. Mi sdraio sulla sedia reclinata, mi sento un leone, mio marito accanto e davanti a me due ostetriche e un medico, lo stesso che ha fatto nascere Nicole.
Persone davvero speciali. La prima spinta non basta, serve l episiotomia. Mi dicono che taglieranno un pochino. Non li faccio finire di parlare, dico “fate tutto quello che è necessario”. Il taglio non lo sento, solo un lieve bruciore e poi il bisogno di spingere di nuovo.

 

Afferro i maniglioni della sedia, chiudo gli occhi e dopo aver preso un respiro profondo spingo con tutta la forza che ho. Il dottore mi aiuta con un braccio.
Ce l’ho fatta, ce l’abbiamo fatta! Ore 12.05. Il mio piccolo principe Leonardo è nato! Il mio sogno si è avverato.
Mi sento estremamente naturale e selvaggia, dentro quella stanza bellissima c’è profumo di vita. Lacrime, sorrisi…un infinità di emozioni fanno da cornice a me, mio marito e Leo, su di me. È bellissimo e già ci amiamo alla follia. I punti che mi stanno mettendo non li sento neanche.
Mio marito ha partorito con me…sono troppo felice e già non vedo l ora di far conoscere il fratellino alla stellina che a casa ci aspetta.

 

L’esperienza più bella e forte della mia vita. Cinzia.

 

 

 

VBAC: letteralmente è il parto vaginale dopo un cesareo.

 

Disclaimer

I dettagli sui nomi degli ospedali o dei professionisti, vengono omessi o modificati dalla redazione per evitare ogni relazione con gli specifici punti nascita.

I contenuti scelti sono tratti dai raccolti nel forum di Mammole o pervengono direttamente alla redazione segreteria[at]mammole.it e la pubblicazione viene rilanciata su tutta la rete del network, che è costituita da centinaia di pagine FB dei vari ospedali locali. I racconti non possono essere pertanto riconducibili a nessun luogo di nascita preciso, la pubblicazione sulla pagina del singolo reparto non lo identifica come un evento avvenuto nella specifica struttura.

 

 

 

scrivi-tuo-racconto-parto

 

racconti-parto-banner

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>