Lo stress in gravidanza e gli effetti sul nascituro ✿

stress gravidanzaDue importanti Istituti di ricerca hanno effettuato recenti studi sulla probabile incidenza che lo stress in gravidanza, abbia, anche a lungo termine, sulla salute del nascituro.

Carolina de Weerth, professoressa di psicologia dello sviluppo, presso il Behavioural Science Institue of Radboud, ci spiega i risultato delle ricerche effettuate dal suo team.
Si dice da sempre che una madre debba evitare lo stress per non nuocere alla salute del bambino, ma ora si hanno le prove del motivo di tale affermazione.

L’ormone dello stress è conosciuto come cortisolo.
I livelli di questo ormone nelle madri, sono strettamente correlati con alcune problematiche di salute del figlio. La teoria ipotizzava che alti livelli di cortisolo, portassero problemi intestinali e reazioni allergiche al figlio.
Prendendo un campione di donne in gravidanza, i ricercatori hanno esaminato la quantità di stress a cui erano sottoposte tramite test psicologici e prendevano nota dei livelli di cortisolo nel corpo con l’ausilio di analisi di campioni di saliva.

Dopo la nascita dei bambini, hanno subito posto attenzione alla varietà di batteri presenti nella flora intestinale dei neonati.
Tenendo conto dello stress postnatale, dell’ambiente sociale e psicologico in cui si trovavano gli esaminati, madri e figli, e dell’ansia causata dall’allattamento, hanno riscontrato problematiche alla conta dei microbatteri.

I neonati, presi da un’età variabile dai 7 giorni ai 4 mesi… [SEGUE]

 

Facebook Comments

388 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

388 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap