TI RACCONTO IL MIO PARTO… BY Chiara ✿

Domenica 5 aprile mi sveglio strana, con frequenti indurimenti alla pancia e ne prendo il tempo: arrivano ogni 5 minuti.
Io, testarda, lavo, stendo e mi metto pure a fare la pasta fatta in casa, faticando, con mio marito accanto.
Dopo il pranzo mi decido a chiamare in ospedale per chiedere consiglio, su loro invito mi faccio un bagno caldo e al termine le contrazioni sono ogni 3 minuti.

Portiamo il primo figlio dai nonni e ci avviamo in ospedale. A causa della situazione attuale posso entrare da sola al Pronto Soccorso, perciò mio marito aspetta pazientemente in auto.
Mi accoglie l’ostetrica con cui avevo parlato al telefono, mi fanno un monitoraggio che rileva delle contrazioni.

Al momento della visita sono dilatata di 3 cm: troppo poco per essere ricoverata.
Decidono così di tenermi in osservazione fino alla mattina dopo e valutare l’evoluzione della situazione, con possibilità di tornare a casa.

Ho contrazioni durante la notte, che cominciano a cambiare e a farsi più fastidiose.
La mattina mi sento un po’ meglio e sono convinta di tornare a casa.

Alle 11:00 circa mi visitano per decidere come procedere e con sorpresa scopro di essere… [SEGUE] 

 

 

Facebook Comments

0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap