Omega-3 e Omega-6: gli acidi grassi essenziali per la salute ✿

omega 3
Gli acidi grassi essenziali sono acidi grassi che non possono essere sintetizzati dal corpo umano e devono pertanto essere introdotti con la dieta. Ci sono due famiglie di acidi grassi essenziali: gli omega-3 e gli omega-6.

 

Esistono tre tipi di acidi grassi omega-3:

  • L’acido α-linolenico (ALA)
  • L’acido eicosapentaenoico (EPA)
  • L’acido docosaesaenoico (DHA)

Gli acidi EPA e DHA possono essere sintetizzati dall’organismo umano a partire dall’acido ALA. L’acido ALA invece non può essere sintetizzato dall’organismo e deve essere necessariamente introdotto con la dieta. La maggior parte degli acidi grassi omega-6 è consumata attraverso oli vegetali, è il caso dell’acido linoleico, convertito dal corpo umano in acido γ-linolenico (GLA) e acido arachidonico (AA).
L’acido arachidonico può essere consumato direttamente dalla carne mentre il GLA è presente negli oli vegetali. L’alimentazione occidentale fornisce bassi livelli di DHA e EPA e alti livelli di AA.
Un apporto adeguato di acidi grassi polinsaturi è importante perché essi giocano un ruolo chiave nello sviluppo e nel mantenimento della funzione cerebrale, dei processi visivi, nella risposta immunitaria e infiammatoria e nella produzione di molecole ormono-simili. Vediamo nello specifico quali sono le funzioni svolte da queste sostanze:

 

Riduzione del rischio cardiovascolare
L’EFSA e altri organismi scientifici hanno confermato che l’EPA e il DHA sono importanti per la salute cardiovascolare. Gli studi hanno dimostrato che la loro presenza nella dieta aiuta a mantenere la pressione sanguigna a livelli fisiologici, regola i lipidi nel sangue e il battito cardiaco. Inoltre mantengono la funzione immunitaria e regolano la risposta infiammatoria. Studi eseguiti su pazienti con attacco cardiaco hanno dimostrato che la supplementazione con omega-3 riduce il rischio di infarto e la mortalità. Abbassando i livelli di trigliceridi nel sangue, i soggetti affetti da diabete potrebbero beneficiare delle proprietà degli acidi grassi, in particolare di EPA e DHA.

 

Azione antinfiammatoria
Gli acidi grassi omega-3 sembrano svolgere un’importante azione antinfiammatoria che potrebbe essere fondamentale per il trattamento e la gestione di numerose patologie croniche o autoimmuni. Infatti gli omega-3 riducono l’infiammazione agendo sul recettore presente negli adipociti e sui macrofagi, cellule immunitarie ad azione infiammatoria.
Alcuni studi hanno evidenziato che la supplementazione di omega-3 in pazienti affetti da artrite reumatoide riduce significativamente la sintomatologia, permettendo una riduzione del dosaggio dei farmaci antinfiammatori. Una dieta ricca di acidi grassi omega-3 sembra avere effetti positivi anche sull’osteoartrite e sui dolori articolari.
Uno studio americano del 2006 ha riportato che l’assunzione di olio di pesce, ricco di omega-3, riduce significativamente la produzione di prostaglandine, agenti responsabili dei processi infiammatori.
Un altro studio ha messo in evidenza il ruolo antinfiammatorio degli omega-3 nel trattare il dolore artritico, dimostrando l’effetto equivalente dell’ibuprofene e di EPA e DHA. L’80% dei pazienti trattati si è dimostrato soddisfatto dell’effetto degli acidi grassi sul dolore, senza riportare alcun effetto avverso.

 

Cancro
L’equilibrio tra acidi grassi omega-3 e omega-6 sembra svolgere un ruolo importante nello sviluppo e nella crescita di alcune forme tumorali come il cancro al seno, al colon e alla prostata. Alcuni studi mostrano che gli omega-3, associati ad altri nutrienti, come la vitamina E e il beta-carotene, possono avere particolari funzioni nella prevenzione del carcinoma mammario.

 

Problemi di vista
Un grande studio epidemiologico ha confermato che consumare acidi grassi EPA e DHA dal pesce, 4 o più volte a settimana, reduce il rischio di sviluppare degenerazione maculare.

 

Malattia di Alzheimer e disordini mentali
Molti studi hanno mostrato che un apporto insufficiente di omega-3 (DHA) potrebbe essere un fattore di rischio per la malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. Infatti alti livelli di DHA nel sangue sono correlati ad significativo abbassamento del rischio di declino cognitivo. Sono in corso attualmente trials clinici sull’assunzione di omega-3 per valutare i benefici cognitivi in caso di patologie con medio grado di gravità.
Gli omega-3 sono componenti fondamentali delle membrane cellulari nervose; aiutano la comunicazione neuronale, essenziale per una buona salute mentale. In particolare, il DHA è coinvolto in numerosi processi nervosi che comprendono la formazione di sinapsi, la differenziazione neuronale e la generazione di metaboliti attivi. Sembra che il consumo di acidi grassi riduca i sintomi depressivi e migliori la condizione dei pazienti con disturbo bipolare e schizofrenia. Anche i bambini affetti da disturbi dell’attenzione o iperattività beneficiano degli effetti degli acidi grassi; è stato dimostrato un miglioramento nella lettura, nel linguaggio e nel comportamento.

 

Apporto nutrizionale raccomandato e fonti di acidi grassi
La fonte primaria di acidi grassi è il pesce. Molte agenzie promuovono l’assunzione di pesce almeno 2 volte a settimana. Le autorità europee hanno stabilito che un adulto dovrebbe consumare 2g/die di ALA e 250g/die di EPA e DHA, mentre si raccomanda di introdurre 10g/die di acido linoleico.
È importante mantenere un apporto bilanciato di omega-3 e omega-6, perchè le due sostanze lavorano insieme per promuovere la salute. La dieta mediterranea consente un equilibrato apporto tra acidi grassi.

 

Gli Omega-3 e gli Omega-6 generalmente si trovano nei seguenti alimenti:

  • Pesce (tonno, salmone, sardine)
  • Olio di pesce (EPA e DHA)
  • Crostacei (EPA e DHA)
  • Noci (ALA) e frutta secca
  • Legumi
  • Oli vegetali (ALA)

 

Fonte Bibliografica
Essential fatty acids

 

 

 

forum approfondire segue

Facebook Comments

2.6K Shares

Ostetrica Colombo Giulia

Ostetrica laureata presso l'Università degli studi di Milano Bicocca nel 2013. Acquamotricista prenatale e neonatale. Operatrice formata Gravidanzando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2.6K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap