Storie di VBAC: Tiziana ✿

A 38+3 mi sveglio con dei dolori forti ma non regolari e siccome il giorno prima avevo perso il tappo, decido di chiamare mio marito e di andare a fare un controllo in ospedale con la convinzione che mi avrebbero mandata a casa… Invece nel tragitto ho rotto il sacco e le contrazioni si sono fatte regolari ogni 4 minuti.

Arrivata in ospedale sono di 3 cm e mi mettono sotto monitoraggio per 20 minuti. Al termine mi hanno portata di corsa in sala parto; Dilatazione 7 cm. In breve raggiungo la dilatazione completa e si comincia a spingere… fino a che ad un certo punto i battiti della bambina calano dopo la spinta.

Il ginecologo di turno entra e, con molta calma, dice che non c’è nessun problema, che mi avrebbero aiutata e in 3 spinte la bimba sarebbe nata…. Il loro aiuto è stata la ventosa e, come prassi, l’episiotomia….
Beh in 3 spinte la mia bambina é nata! Ah dimenticavo il tutto è durato dalle 10.00 alle 13.18… un parto così credevo di poter solo sognarlo! Invece è stato realtà!

VBAC: letteralmente è il parto vaginale dopo un cesareo.

 

Disclaimer
I dettagli sui nomi degli ospedali o dei professionisti, vengono omessi o modificati dalla redazione per evitare ogni relazione con gli specifici punti nascita.
I contenuti scelti sono tratti dai raccolti nel forum di Mammole o pervengono direttamente alla redazione segreteria[at]mammole.it e la pubblicazione viene rilanciata su tutta la rete del network, che è costituita da centinaia di pagine FB dei vari ospedali locali. I racconti non possono essere pertanto riconducibili a nessun luogo di nascita preciso, la pubblicazione sulla pagina del singolo reparto non lo identifica come un evento avvenuto nella specifica struttura.

 

scrivi-tuo-racconto-parto

 

racconti-parto-banner

Facebook Comments

3.4K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3.4K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap