Ti racconto il mio parto… By Francesca ✿

Chiedo l’epidurale che mi viene fatta subito ed ha effetto. Dopo due ore dall’ingresso in sala parto sono dilatata 10 cm, e si incomincia a prepararsi per la fase espulsiva.

L’ostetrica mi ha permesso di fare quello che volevo, per cui cambio spesso posizione. Lei mi aiuta e mi asseconda ma è ferma nelle sue decisioni e questo mi permette di rimanere lucida.

Mio marito mi sostiene e non mi lascia un secondo. Sono stati 40 minuti intensi vissuti tra dolore, gioia, timori e felicità.

Alle 20.22 dopo una delle tantissime spinte nasce “con la camicia” (ossia col sacco ancora integro) la nostra bambina, me la mettono sulla pancia e tutti rimangono sconvolti dalla dimensione (si scoprirà poi pesare 4 kg e 650 grammi!).

Ancora non ci credevamo e ancora non avevamo deciso il nome!

Mio marito taglia il cordone, la controllano e poi ce la lasciano.

L’abbiamo guardata e riguardata: “ciao Susanna, benvenuta”. Lei ha sorriso e aperto un occhietto… e sapevamo che ci aveva appena rapito il cuore.

Francesca

Disclaimer
I dettagli sui nomi degli ospedali o dei professionisti, vengono omessi o modificati dalla redazione per evitare ogni relazione con gli specifici punti nascita. I contenuti scelti sono tratti dai raccolti nel forum di Mammole o pervengono direttamente alla redazione segreteria[at]mammole.it e la pubblicazione viene rilanciata su tutta la rete del network, che è costituita da centinaia di pagine FB dei vari ospedali locali. I racconti non possono essere pertanto riconducibili a nessun luogo di nascita preciso, la pubblicazione sulla pagina del singolo reparto non lo identifica come un evento avvenuto nella specifica struttura.

Facebook Comments

565 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

565 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap