Ti racconto il mio parto… by Rosalba ✿

Ero dilatata già 4 cm disse l’ostetrica. Ma dopo mezz’ora i dolori si attenuarono fino a sparire del tutto. Rimasi tutta la notte in ospedale, ma non successe nulla. La mattina chiesi di poter andar via, mi mancava troppo mia figlia.
La dottoressa mi disse che se avessi voluto mi avrebbero indotto, ma rifiutai.

Tornai a casa. Mia sorella andò via, ma mi disse che qualsiasi cosa fosse successo sarebbe corsa a casa mia. Il giorno passò tranquillo, riuscii pure a tenere mia figlia in fascia per una buona oretta senza problemi. Arrivò la sera. I vicini ci avevano invitato a cena e andammo: alla fine era solo un piano sotto.

Verso le 20.00 un’unica contrazione fu come un urlo da dentro. Guardai mio marito e poi la mia bimba. Chiesi alla vicina di venire con noi in ospedale: non avrei lasciato mia figlia anche stasera. Alla visita ero dilatata 8 cm, andai subito in sala parto, dove due ostetriche straordinarie si presero cura si me.

Dissi che in sala d’aspetto c’era la mia bimba e dovevo sbrigarmi, perché il papà doveva tornare da lei. Mi tranquillizzarono dicendomi di prendermi tutto il tempo che mi serviva e che era arrivato il momento di pensare alla bimba in arrivo.

Rimasi in piedi fino a quando sentii nitidamente il peso della mia bimba sul mio inguine. Mi distesi e in un’unica spinta riuscii a rompere le acque e far uscire la mia bimba. Era bellissima. Sembrava una bambola. Ed era cicciona: 4 kg.

La prima sensazione, appena l’ho avuta sul petto era che pesava… Si attaccò subito come se aspettasse solo quello. Era passata solo un’ora da quando ero arrivata in ospedale e già avevo la mia bimba in braccio.
Non potevo desiderare di più. Congedai il papà che tornò dalla sorella e rimasi sola con il più bel paio di occhi blu…

 

Disclaimer
I nomi degli ospedali o dei professionisti, vengono omessi o modificati dalla redazione per evitare ogni relazione con gli specifici punti nascita.
I racconti non possono essere pertanto riconducibili ad alcun luogo di nascita, pertanto la pubblicazione sulla pagina del singolo reparto maternità, non lo identifica come un evento avvenuto in una specifica struttura.

 

scrivi-tuo-racconto-parto

 

racconti-parto-banner

Facebook Comments

0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap