Ti racconto il mio parto… by Luisa ✿

Non ho paure o ansie, anzi… ero insolitamente decisa e risoluta contrariamente alle mie aspettative.
La sento muovere spesso e questo mi rende serena.

È un sabato sera di agosto, c’è un gran caldo ed io non ho (stranamente!) appetito. Cammino molto, mi va di muovermi col bacino ed ogni tanto qualche abbraccio e qualche carezza mi trasmettono forza. Sento che quella sera non avrei dormito (gran trauma per me la mancanza di sonno!), perché non avrei potuto tanto incalzante era il dolore.

Dopo svariate docce calde, alle 2 di notte sento di essere pronta a questo grande appuntamento.
Saliamo in macchina e le contrazioni da seduta diventano subito insopportabili.

Arriviamo, mi attaccano il tracciato e l’ostetrica dice che la dilatazione è di quasi 5 cm ma le contrazioni sono ancora irregolari e che probabilmente in un paio d’orette si sarebbero potute rompere le acque.
Detto fatto.

Alle 4:00 sento un rumore sordo… SEGUE

 

Facebook Comments

4.3K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4.3K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap