Ti racconto il mio parto… by Giulia ✿

Era il  2 giugno.

Come ogni giorno feriale ero a pranzo dai miei, quando inizio a sentire dei leggeri dolorini. Pensavo fossero frutto dell’ormai notevole pancione che avevo a 38+2. Vado a letto dopo pranzo per riposare e me la prendo comoda.

 

Mi sveglio alle 17.00!

Esco col mio compagno a fare una passeggiata e bere un the fresco quando decidiamo che ci avrebbe fatto piacere mangiare una pizza a Cagliari e guardare un film al cinema. Ci mettiamo fortunatamente in viaggio, un viaggio lungo 1 ora per 70 km totali.

 

Durante il tragitto a suon di canti e “despacito” inizio a sentire la pancia che si indurisce.

Provo a guardare l’orologio dell’auto: ogni 3 minuti la mia pancia diventava tesa ma senza dolore! Decidiamo cosi di andare di passaggio all’ospedale per una visita veloce, vista la sospetta “pancia di pietra”.

 

Entriamo in reparto alle 20.00 per una visita veloce (secondo me) ignara che ne sarei uscita qualche giorno dopo con il mio bambino tra le braccia. Mi visitano: “signora lei stanotte rimane con noi, ha il sacco amniotico perforato e una dilatazione di 2 cm”

 

Cooosa? Non volevo crederci…! Come prima cosa mi somministrano un antibiotico e mi  attaccano al tracciato. Contrazioni da travaglio regolarissime. Decidono quindi di rompermi le acque e io lascio fare. Da quel momento iniziano i dolori veri e propri! Chiedo subito l’analgesia. Alle 21.30 entro in sala parto col mio compagno. Una volta fatta la puntura tutto va di nuovo benissimo e senza un dolore.

 

La mia ostetrica Paola mi controllava ogni tanto e procedeva tutto alla grande!

Inizio a spingere alle 00.30 mi dicono che è arrivato il momento! Però il piccolo, nonostante i miei notevoli sforzi, non  aveva intenzione di uscire poiché aveva il braccio sul volto che ostacolava l’uscita. A quel punto il ginecologo decide di usare il vacuum (o ventosa) per aiutarmi. Alle 01.12 è nato l’amore della mia vita, Francesco!

 

É stato un giorno bellissimo e ringrazio tutto lo staff 

Mamma Giulia

 

 

 

Disclaimer

I dettagli sui nomi degli ospedali o dei professionisti, vengono omessi o modificati dalla redazione per evitare ogni relazione con gli specifici punti nascita.

I contenuti scelti sono tratti dai raccolti nel forum di Mammole o pervengono direttamente alla redazione segreteria[at]mammole.it e la pubblicazione viene rilanciata su tutta la rete del network, che è costituita da centinaia di pagine FB dei vari ospedali locali. I racconti non possono essere pertanto riconducibili a nessun luogo di nascita preciso, la pubblicazione sulla pagina del singolo reparto non lo identifica come un evento avvenuto nella specifica struttura.

 

 

 

scrivi-tuo-racconto-parto

 

racconti-parto-banner

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>