Taglio ritardato del cordone ombelicale. Quali benefici?

Questo è il beneficio nel breve periodo, ma ulteriori benefici si hanno anche a lungo termine una ricerca ha dimostrato che i bambini normopeso alla nascita a cui il cordone viene tagliato dopo aver smesso di pulsare, presentano valori di ferritina, ferro totale e valore globulare medio a sei mesi maggiore rispetto ai bambini che invece hanno avuto un clampaggio precoce del funicolo.

Maggiori sono poi i benefici per i bambini nati con deficit, in questo caso il clampaggio tardivo riduce il rischio di emorragia periventricolare e la necessità di ricorrere a trasfusioni, oltre a supportare la funzione respiratoria riducendo la necessità di manovre rianimatorie.

I benefici si riscontrano già dopo due minuti dalla nascita del neonato; ma spesso i centri che effettuano il clampaggio tardivo del funicolo poggiano il bambino al ventre della madre con il cordone ancora attaccato per circa sette-otto minuti.

Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità conferma che quando non vi sono particolari urgenze, la pratica del clampaggio tardivo del cordone ombelicale è consigliata; l’OMS indica anche un tempo preciso per reciderlo, ovvero dopo che il neonato, asciugato e dato alla madre, abbia effettuato la prima suzione e la placenta si sia separata dal corpo materno.

Deve però essere sottolineato che il clampaggio tardivo del funicolo (oltre i 2 minuti dalla nascita) pregiudica quantitativamente il prelievo di sangue del cordone ombelicale per la conservazione per la donazione delle cellule staminali.

 

Per maggiori informazioni ecco un link utile:
WHO Recommendations for the Prevention of Postpartum Haemorrhage

 

Facebook Comments

1.3K Shares

7 thoughts on “Taglio ritardato del cordone ombelicale. Quali benefici?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1.3K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap