Ti racconto il mio parto… By Faby ✿

nascita bimbo

Premetto che durante tutta la gravidanza, compresi gli ultimi giorni non mi sono mai risparmiata tra ufficio e casa e sono sempre stata in movimento senza avere tempo neanche per sentire tutti gli acciacchi e sarà per questo che se non era per il monitoraggio avrei partorito in macchina! Adesso vi racconto…

Era venerdi mattina e dovevo fare il monitoraggio, vado all’ospedale con mio padre e con in testa il pensiero di andare poi a far spesa e di cucinare per il pranzo.
Ma era dalla sera prima che avevo delle piccole perdite di sangue, ma pensavo fosse normale averne all’ultimo. Però visto che era di turno la mia gine gli chiedo di visitarmi tanto per stare più tranquilli.

Lei per prima cosa guarda il tracciato e mi chiede se sentivo dolore visto che già avevo delle contrazioni.
Gli dico di no e quindi procede con la visita… sgrana gli occhi e mi dice esterrefatta che ero già dilatata di 4 cm! Nella mia ignoranza le chiesi se potevo andare a casa ad aspettare il corso degli eventi e lei in tutta risposta mi dice di accomodarmi in camera che a casa non mi ci avrebbe mandato neanche se avessi pregato in cinese.

Allora mi metto l’anima in pace e mi faccio fare i prelievi e tutto il resto, chiamo mio marito e mi faccio portare la valigia. La mattina passa così e anche il primo pomeriggio, apparentemente senza dolori e quindi mando tutti a casa. Ma poi sola sola nei miei pensieri mi accorgo che qualche doloretto ai reni e alla pancia ce l’avevo e quindi prendo i tempi… 10 minuti, 7 minuti, 5 minuti…  inizio a preoccuparmi.

Fortunatamente ritorna mio padre e poi mia sorella, poi mia mamma la informo delle contrazioni, poi alla prima infermiera che incontro gli chiedo di fare il monitoraggio perché voglio stare più tranquilla.
Lei mi porta in sala travaglio, sono le 18.30. Dopo poco mi spoglia completamente e mi infila un camice di carta… comincio davvero a preoccuparmi.

Ero da sola, nuda in una camera fredda e asettica allora chiedo di chiamare mio marito e l’ostetrica mi dice che non c’era fretta e di non allarmare nessuno, però poi me lo chiama e dopo una ventina di minuti arriva.

 

segue

Facebook Comments

4.4K Shares

2 thoughts on “Ti racconto il mio parto… By Faby ✿

  • 29 Novembre 2020 in 16:18
    Permalink

    Ciao sono Arianna ho 27 anni e sono alla mia prima gravidanza ( in un periodo che non è dei migliori per situazione covid )e ho paura del parto qualche consiglio per affrontarlo nel migliore dei modi ?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4.4K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap