Ti racconto il mio parto… By Chiara ✿

 

Arriva il 20 luglio, ho l’appuntamento dall’estetista (fatalità lo avevo anticipato): non voglio essere in disordine per il grande incontro. Quel giorno era particolare, ero insofferente, il caldo non mi dava pace, così sono andata in giardino alla ricerca di un soffio d’aria.

A mezzanotte mi butto a letto e, dopo un’ora, puf! Mi sento bagnata… “caspita, mica mi sarò fatta la pipì addosso”,  ho pensato in dormiveglia. Dopo poco, ancora, mi sento bagnare: rido a crepapelle, sveglio il mio compagno e corriamo in ospedale.

Stavo benissimo, nessun sintomo, ma al monitoraggio mi dicono che devono ricoverarmi e che ho la febbre, quindi se il parto non partiva entro le 13 dovevano trovare una soluzione…

PANICO

E così alle 5 del mattino mi ricoverano e mi fanno una flebo per idratarmi e per vedere se la febbre scendeva.

Ore 8, avevo una fame incredibile, stavo aspettando la colazione e il mio compagno!
Arriva la colazione, bevo un goccino di caffè-latte e non c’è verso: stomaco chiuso e contrazioni… [SEGUE]

 

Facebook Comments

4.3K Shares

One thought on “Ti racconto il mio parto… By Chiara ✿

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4.3K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap