Parto naturale: le linee guida dell’OMS ✿

A queste misure si aggiungono l’incentivo al contatto pelle a pelle tra madre e bambino, il ricorso all’allattamento entro un’ora dal parto e l’adozione di tutte le misure necessarie per prevenire l’ipotermia del piccolo.
La guida diffusa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità non si limita alla promozione delle misure virtuose in tema di parto naturale, ma si preoccupa anche di rendere note corrette informazioni su pratiche di larga diffusione, considerate oggi sorpassate, mirando alla loro rimozione dall’iter tradizionale.

Tra le pratiche sconsigliate si annoverano il ricorso al parto in posizione supina, il ricorso di routine al clistere, la rasatura della zona pubica o l’esame del retto.
L’intento è quello di incentivare interventi non standard, ma commisurati a una attenta analisi dei rischi e delle esigenze specifiche della paziente. Alla stessa maniera è disincentivato il ricorso in determinate circostanze o in certe fasi del parto a ossitocina ed ergometrina.

Le linee guida si spingono a osteggiare interventi invasivi, ancora di larga diffusione, anche nella fase che segue immediatamente il parto: si scoraggia il ricorso al lavaggio dell’utero, se non necessario, e l’ispezione manuale dell’utero stesso a fini di controllo di mera routine.

 

Fonte Bibliografica Primaria
Care in normal birth: a practical guide – OMS PDF

Facebook Comments

1.7K Shares

One thought on “Parto naturale: le linee guida dell’OMS ✿

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1.7K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap