Gli effetti della meditazione sul cervello ✿

Un’altra ricerca, pubblicata su Psychiatry Research Neuroimaging  ha confermato come la meditazione sia in grado di apportare benefici al cervello nell’arco di soli 2 mesi di esercizio meditativo condotto in modo costante.

Utilizzando tecniche di imaging gli scienziati sono riusciti a dimostrare che, trascorso questo periodo di tempo, la materia grigia dell’ippocampo, zona interessata all’apprendimento e alla memoria, aumenta sensibilmente di densità.

I volontari hanno applicato per circa mezz’ora al giorno le tecniche meditative suggerite dagli scienziati e, al termine dei due mesi, il gruppo di ricerca ha potuto constatare che anche la zona dell’amigdala, che interviene sull’ansia e sugli stati di stress, mostrava miglioramenti significativi.
Questo risultato, come è ovvio, apre interessanti nuove frontiere nel campo della cura dell’ansia.

 

Fonti Bibliografiche
– Nondirective meditation activates default mode network and areas associated with memory retrieval and emotional processing
– Cerebral blood flow changes associated with different meditation practices and perceived depth of meditation

Facebook Comments

2.6K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2.6K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap