Fontanelle craniche ✿

fontanelle craniche

 

La calotta cranica è formata da cinque ossa piatte: due frontali, due parietali e una occipitale. Le linee di giunzione tra di esse sono dette suture del cranio e nei neonati sono costituite da tessuto fibroso non ancora ossificato e sono quindi flessibili. Pertanto, in ciascuno dei sei punti in cui tali linee si incontrano, sono presenti delle “zone molli” chiamate fontanelle.

 

Le fontanelle hanno una duplice funzione: al momento della nascita permettono al cranio di deformarsi, agevolando il passaggio della testa attraverso il canale del parto; dopo la nascita garantiscono al cranio di crescere lasciando al cervello la possibilità di espandersi e svilupparsi correttamente prima della definitiva chiusura delle suture che avviene intorno ai 12-18 mesi di vita.

 

Delle sei fontanelle, due sono localizzate lungo la linea mediana del cranio:

  • la fontanella anteriore è la più ampia, ha forma romboidale e si trova nel Bregma, il punto in cui si incontrano le due ossa frontali e le due ossa parietali. Generalmente si chiude definitivamente intorno ai due anni di età e viene normalmente utilizzata dai pediatri per fare accertamenti tramite palpazione ed ecografie;
  • la fontanella posteriore si trova nel Lambda, il punto in cui si incontrano le due ossa parietali e l’osso occipitale. Generalmente si chiude entro i primi due o tre mesi di vita;

 

Le altre quattro fontanelle sono molto più piccole e si trovano lateralmente al cranio, due per ciascun lato.
La fontanella deve il suo nome al fatto che è possibile osservarla pulsare durante il pianto o in caso di febbre, questa caratteristica è collegabile all’aumento del battito cardiaco nei casi citati.

Ti potrebbe interessare:  Educare alla Libertà ✿

 

Inoltre l’osservazione della fontanella anteriore può essere utile per identificare rapidamente alcuni stati salute del neonato: una fontanella infossata può essere indice di disidratazione, mentre una molto rigonfia può indicare una pressione intracranica elevata.

 

Le fontanelle non sono fragili e possono essere toccate nonostante la credenza popolare che inviti a non farlo per non rischiare di causare danni al cervello. In realtà, l’intero cervello è ricoperto e avvolto da tre membrane e da un piccolo strato di liquido, al di sopra del quale si trovano le ossa craniche o, nel caso delle fontanelle, direttamente il tessuto sottocutaneo e la pelle. Le membrane che ricoprono le fontanelle sono estremamente dure e difficili da penetrare.

 

 

 

 

forum approfondire segue

1.4K Shares

Redazione Mammole

La redazione è composta da professionisti e dalle mamme della più grande comunità web. Il progetto editoriale coniuga la promozione della salute maternoinfantile con l'orientamento naturale, consapevole e partecipativo.

One thought on “Fontanelle craniche ✿

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1.4K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap