Un’attività per i bambini? Provate lo Yoga

mamma bambina yoga

Cito Satyananda:

 

“I bambini di oggi, siedono in classi sovraffollate, rattrappiti e piegati sui loro libri e con le loro menti stanche per molte attività intellettuali. L’educazione viene considerata come frequentare un istituto per ottenere abilità e capacità intellettuali per un lavoro o una professione. Però, la vera educazione non è solo per soddisfare i nostri impegni esterni, sociale ed economici, ma è anche per una nostra comprensione interiore e per la crescita della nostra personalità ad ogni livello, fisico, mentale e spirituale.

Recentemente vi è stata una richiesta da parte degli educatori di un sistema educativo più ampio e profondo. Queste persone vogliono che si sviluppino la mente e i lati creativi ed intuitivi della personalità del bambino, in modo da eliminare gli squilibri esistenti che potrebbero essere la causa di molti dei nostri attuali problemi della vita”.

( Paramahansa Satyananda – Surya Namaskara, una tecnica di rivitalizzazione solare)

 

In questo contesto le pratiche yogiche si inseriscono come la tessera mancante di un puzzle.

 

Lo yoga con il suo approccio olistico alla visione dell’essere umano, si pone come strumento oserei dire irrinunciabile per aiutare piccoli e grandi a ritrovare equilibrio e armonia. Corpo, mente, intelletto, emozioni e intuizioni grazie all’antica disciplina si sviluppano insieme, in perfetto equilibrio.

Ecco l’importanza e la bellezza dello yoga per i bambini.

 

Un gioco che possiamo fare con i nostri bambini anche per farli piano piano diventare consapevoli della respirazione, per aiutare la concentrazione e per fare riflettere sul significato che può avere un piccolo gesto è quello dell’afferrare i  raggi del sole.

 

I bambini sono seduti per terra con le gambe distese davanti a loro leggermente divaricate.

 

Inspirando dovranno sollevare il braccio destro, con la mano aperta e  disegnando nell’aria un cerchio verso destra portarlo sopra la testa, chiudere la mano, ed espirando abbassare il braccio di fronte a loro e aprendo di nuovo la mano. Dovranno poi ripetere con il braccio e la mano sinistra.

 

Lo sguardo segue il movimento delle braccia.

 

L’insegnante ( o la mamma ) guideranno il movimento con queste parole:

 

“Afferro un raggio di sole e lo dono ai miei amici come segno della mia amicizia”

” Afferro un raggio di sole e lo dono al mio cuore perchè diventi ogni giorno più caldo e più capace di amore”

“Afferro un raggio di sole e lo dono alla terra perchè la scaldi e possa portare frutto”

 

Ai bambini si chiede di porre molta attenzione al movimento e al respiro sincronizzato al movimento stesso.

 

Catia

Facebook Comments

0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap