Ti racconto il mio parto… By Mary ✿

parto in ospedale 2
Il 20 febbraio giungo al termine della mia gravidanza, un po’ triste perché speravo di partorire prima, per come è accaduto con Giacomo, il mio primo figlio.

 

Alla visita del termine mi fanno lo scollamento delle membrane perché, a causa del diabete gestazionale non posso andare troppo oltre il termine.

La ginecologa è stata bravissima e non ho sentito alcun dolore!

Alle 20.30 prima lieve contrazione, cavoli la manovra ha funzionato!

La notte passa tra dolorini e, a letto, continui cambi di posizione.

 

Alle 7 del mattino io e Andrea decidiamo di andare in ospedale ma non voglio entrare subito, andiamo al bar, facciamo una bella colazione, nel mentre le contrazioni si fanno via via più intense; alle 10 entriamo nonostante le contrazioni siano dolorose ma brevi, ricordo che anche con il mio primo figlio erano così.

Lo spiego all’ostetrica che ci accoglie e mi visitano, dilatazione 5 cm e in contrazione si arriva a 6: molto bene!

Si va dritti in sala parto.

Desideravo partorire in acqua ma, per via del diabete, devo costantemente essere monitorata, dunque non posso.

 

La sala parto è accogliente, luce soffusa e ad accogliermi un’ostetrica sorridente che mi mette a mio agio, il monitoraggio senza fili mi consente di muovermi per come desidero.

Andrea mi aiuta a svestirmi e a farmi indossare la vestaglia che avevo quando è nato Giacomo e poco dopo rompo il sacco, le contrazioni sono forti ma le gestisco bene con la respirazione, sento poi la necessità di spingere: ci siamo!

Ad ogni spinta grido perché non posso farne a meno.

L’ostetrica mi dice quando accompagnare la spinta con un soffio e cerco di farlo ma è difficilissimo.

Andrea mi sorride con aria rassicurante, poco dopo la testa del mio Simone è fuori e alla spinta successiva esce anche tutto il suo corpicino! Alle ore 12.32.

Passa nell’immediato ogni dolore, le lacrime scendono dal mio viso, stringo Simone a me, e lo attacco al seno.
Anche questa mia seconda esperienza è stata meravigliosa e la auguro ad ogni futura mamma!

Mary e Simone

 

 

 

Disclaimer

I dettagli sui nomi degli ospedali o dei professionisti, vengono omessi o modificati dalla redazione per evitare ogni relazione con gli specifici punti nascita.

I contenuti scelti sono tratti dai raccolti nel forum di Mammole o pervengono direttamente alla redazione segreteria[at]mammole.it e la pubblicazione viene rilanciata su tutta la rete del network, che è costituita da centinaia di pagine FB dei vari ospedali locali. I racconti non possono essere pertanto riconducibili a nessun luogo di nascita preciso, la pubblicazione sulla pagina del singolo reparto non lo identifica come un evento avvenuto nella specifica struttura.

 

 

 

scrivi-tuo-racconto-parto

 

racconti-parto-banner