Storie di Latte: Mamma Monia

allattamento

 

Al momento ho solo un figlio: Samuele, di 16 mesi, ancora ampiamente, felicemente, meravigliosamente allattato tantissime volte al giorno!

Samu è nato a giugno dello scorso anno: parto bellissimo, “dolce” come l’hanno definito le ostetriche che ci hanno seguito… poi però, quando ero pronta ad accoglierlo tra le mie braccia, ecco che l’ostetrica dice: “Monia, lo portiamo un attimo a far controllare, ha un ginocchio in iperestensione… tutto bene eh?!

Apgar al massimo, stai tranquilla che non è niente” ok, il suo lavoro lo sa fare bene -penso- perché era riuscita davvero a tranquillizzarmi!
Quindi io – che avevo già pregustato i nostri primi attimi pelle a pelle, la sua naturale ricerca del capezzolo, eccomi lì, a pensare: “Oddio, chissà se starà bene, cosa avrà a quella gambina, e… si attaccherà?”.

Me l’hanno portato solo 5 minuti durante il secondamento ma io avevo così paura di fargli male alla gambina… che non ho neanche avuto il coraggio di chiedere, come avrei voluto: posso attaccarlo?”.
Sta di fatto che, dalle 9 – ora in cui è nato- l’ho attaccato al seno per la prima volta intorno alle 12:30; a sedere su un divanetto del Nido dell’ospedale, con ostetriche, infermiere, ortopedici, pediatri, che passavano continuamente.

Ma sapete a Samuele cosa importava che ci fosse tutta quella gente? … SEGUE

 

segue

Facebook Comments
2.8K Shares

One thought on “Storie di Latte: Mamma Monia

  • 22 Gennaio 2019 in 17:32
    Permalink

    So che potrebbe essere una fiaba inopportuna, ma sarebbe possibile conoscere il nome di questa pediatra? Grazie

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2.8K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap