Il sostegno all’allattamento nelle strutture sanitarie ✿

Tale richieste sono state operate in prevalenza in due strutture, BFCI (iniziativa comunità amica dei bambini) e BFHI ( iniziativa ospedale amico dei bambini).

Gli investimenti, volti ad appurare nel dettaglio le percentuali relative, sono quasi inesistenti ma l’OMS ritiene tali dati importanti dal punto di vista della salute e sul piano epidemiologico.
L’indagine è stata supporta dai relativi referenti regionali individuati nell’ambito Coordinamento Interregionale.

Le statistiche riportano delle oscillazioni anche notevoli di tasso d’allattamento tra una regione e l’altra.
In testa alla graduatoria spicca la Val d’Aosta con l’82,6 % segue la Toscana con il 79,3 %, le province autonome di Trento e Bolzano superano entrambe l’80% mentre fanalino di coda la Campania con il 64%, ed il Lazio con poco più del 65%.

Anche a livello aziendale le percentuali sono in netto contrasto da regione a regione anche se si è ancora molto lontani dal poter verificare esattamente le percentuali vere e proprie.

 

Fonte Bibliografica
Allattamento al seno nelle strutture sanitarie in Italia  PDF

Facebook Comments

1.5K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1.5K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap