Piccola ricetta della felicità. Imita, immagina, sii grato.

 

Tu mi guardi bambino mio, quando sei piccolissimo ami tutto di me. Io per te sono bella, dolce e giusta.

Aspetti e accogli come una spugna ogni mio gesto e atteggiamento; percepisci quello visibile agli occhi, ma ancor di più ciò che non si vede, ma si sente.

 

Vivi avvolto nel suono della mia voce e ti lasci crescere dalle mie parole.

Osservi curioso i miei gesti e le mie mani che fanno, e incuriosito scopri un nuovo mondo.

 

Allora voglio regalarti me stessa, la mia vita, i miei gesti, le mie azioni, la mia voce. Voglio essere degna di essere imitata.

Per questo controllerò ogni mio gesto e atteggiamento, ogni mio stato d’animo per regalarti solo ciò che è degno di essere imitato.
Avrò gesti di cura, premura e rispetto verso gli altri, con gli animali e nei confronti della natura.

 

Controllerò ogni mia parola, affinché tu possa sentire un linguaggio sano e calmo come una carezza.

Avrò premura di farti osservare il fare corretto, nelle azioni di tutti i giorni, nel cucinare, nel riordinare, nel pulire, nella cura delle cose e della persona.

 

Vivrò con gioia, per donarti una vita da imitare.

Poi cresci, ed è il mondo intorno a te a diventare meravigliosamente bello.

Ogni forma è una cosa diversa e mille altre ancora. Un ramo è un cane, un sasso una macchinina, una foglia una barchetta. Pensi per immagini e subito un bastone diventa una spada lucente.

 

L’immaginazione ti trasporta su altri piani, verso altri mondi; la tua fantasia trasforma ogni cosa: un oggetto, un fatto accaduto, una storia ascoltata.

Le fiabe e i racconti che ascolti, ti regalano magia, parlano alla tua anima e la nutrono.

 

Mi ricorderò di permetterti di immaginare, per fare la tua vita più ricca, per agire con gioia di vivere e non per dovere.

Se riuscirò a fare questo per te, so che insieme scopriremo la gratitudine per le cose intorno a noi: per quell’albero nel nostro giardino che ci regala fresco e rami robusti per giocare; per il sole che ci scalda, ma anche per un giorno speciale di vento.

 

Imparerai a gioire per le coccole di un gatto, per una canzone ascoltata che ti fa star bene.

Ringrazierai per il caldo che il fuoco ti dona e per il fresco dell’ombra di un albero in un giorno assolato; per il morbido letto che ti ospita e protegge il tuo sonno.

Sarai grato per la tua bicicletta preferita, che non si rompe mai, come un fedele compagno di giochi e per i tuoi amici che non si dimenticano mai di chiamarti.

 

Così imparerai quanto può essere grandioso un ciuffo d’erba, una piccola pietra che luccica al sole. Imparerai a vedere dentro queste cose il mondo intero.

Sarai grato alla vita, sarai grato di crescere e per questo ti sentirai benedetto.

 

Mi ricorderò anch’io che la gratitudine ci fa aprire le braccia all’universo intero, pronti ad accogliere la vita, perché sprigiona amore mettendoci sulla strada giusta verso i nostri sogni.

 

Mammamichi

 

Le Mammole discutono qui della felicità

 

 

Facebook Comments

0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap