Ti racconto il mio parto… By Tamary

parto

Sono le 00.55 del 15 novembre e guardo la tv, parlando con la zia; come ormai avviene sempre più frequentemente, sento i famosi “dolori”. Frequenti sono ormai anche le passeggiate sul lungomare, tanto che papà scherzando dice che finirà per partorire lui.
Siamo a 40 settimane più 2 giorni, è la notte tra mercoledì e giovedì 15, tra un giorno sarà il compleanno della zia matta (sorella di mamma) che spera tanto in un bel regalo!

Come da suggerimento della zia, mamma comincia a segnare gli orari, fino a quel momento erano state contrazioni distanti (40 minuti) ma adesso è diverso, il giorno prima ho perso il tappo con tanto sangue, prendendomi proprio un bello spavento… comincio a ripensare che fino a 2 settimane prima eri comodamente seduto, alla fatica per respirare, al dottore che poverino, è morto il giorno prima di visitarmi… Che faccio, sveglio papà che russa rumorosamente?

Ok, dopo aver visto che le contrazioni sono ogni 5 minuti decido di svegliare papà che, nel panico assoluto, chiama la nonna, poi mando sms a zia, che ormai se la ronfa alla grande!
Ci laviamo, prendiamo tutto e andiamo in campagna sotto una tempesta allucinante, là la nonna ostetrica, mi visita, costatando che il collo è ancora retroverso e duro, ma “pervio al dito”…io non capisco niente di queste parole, ma ci fidiamo e decidiamo di aspettare fino alle 5.
Nel frattempo la zia e la nonna si fanno belle, ceretta a volontà, mentre la mamma passeggia avanti e indietro e le guarda divertita, con il papà che la segue!

Andiamo in ospedale e ci ritroviamo nel blocco pieno pieno, dove mi fanno il tracciato su una sedia a rotelle e dopo avermi visitata l’ostetrica(incontrata durante i tracciati precedenti) suggerisce alla nonna di ritornare verso le 12, visto che non ci sono posti, e fare una parte del travaglio a casa in pace!

 


Facebook Comments

6.8K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

6.8K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap