PNA – Procreazione Naturalmente Assistita ©

 

Procreazione Naturalmente Assistita
È un nuovo percorso di accompagnamento al concepimento per le coppie con patologie diagnosticate o in via di definizione. È un sistema multidisciplinare che si struttura grazie ad un approccio assolutamente olistico, da ritenersi innovativo anche per l’integrazione funzionale di diversi strumenti tecnici con una preponderante propensione alla naturalità.

L’approccio alla persona si articola in un programma di breve/medio periodo (6-12 mesi), con appuntamenti a cadenza mensile in cui si utilizzano sedute di medicina integrata e di tecniche naturali.

Alle prestazioni in studio, si affiancano indicazioni operative “domiciliari” che vedono attivamente coinvolti i partecipanti soprattutto per agevolare chi vive lontano dal poliambulatorio milanese.

Le tecniche utilizzate sono molteplici, scelte e commisurate in funzione delle necessità dei singoli casi, nonché delle predisposizioni e gradimenti degli assistiti.

Tra queste:

I link aprono una selezione delle evidenze scientifiche internazionali in materia.

Il percorso è individuato e strutturato in accordo con il soggetto, rispettandone le personali predisposizioni nonché valutando le esigenze specifiche richieste dal caso clinico.

Il piano di intervento è pertanto un vero e proprio accordo terapeutico che deve essere espressamente condiviso tra assistito e professionista.

L’operatore è un punto di riferimento costante del percorso, potrà comunque avvalersi della collaborazione di specialisti esperti di alcune specifiche metodiche, ma sarà centrale per la funzione di terapista, tutor e coach.

La valutazione dell’opportunità dell’intervento e la relativa presa in carico del paziente è prerogativa del responsabile del servizio, non tutti i casi vengono accolti e pertanto seguiti.

Proprio per tale necessità, il primo incontro è gratuito, così da permettere all’utente di conoscere il professionista e ricevere tutte le informazioni e i dettagli del programma e per l’operatore ciò è motivo di valutazione anche della buona predisposizione del paziente ad accogliere le indicazioni e i programmi prospettati.

Altresì, la valutazione della documentazione medica nonché della predisposizione della persona ad accogliere i cambiamenti possono condizionare la presa in carico del caso.

La PNA© non è incompatibile con eventuali percorsi di medicina tradizionale e di PMA, ma può esserne un valido ausilio aggiuntivo.

I pazienti non sono sottoposti a interventi diagnostici, né tantomeno vengono effettuate prescrizioni farmacologiche, diagnostiche e strumentali, rimandando tali eventuali incombenze al proprio ginecologo di riferimento.

Il servizio è proposto da Mammole presso il Consultorio GEPO di Milano – via San Giovanni al Muro 5 (MM Cairoli).
Il titolare del progetto è l’Ostetrico Dr. Domenico Oliva, è a disposizione per presentare alle donne e alle coppie il nuovo programma.
Per info e appuntamenti: 0362.33.26.99 (Tel segreteria nazionale Mammole)

 

 ——————————————————————

Il desiderio di un figlio è un potentissimo carburante, un’energia di rara potenza.
Purtuttavia, ciò non sempre si tramuta in realtà.
La scintilla è il vero mistero su cui la scienza da sempre si interroga.

D. Oliva

 ——————————————————————

 

 

Il simbolo della PNA – La triscele e il cuore.

Procreazione Naturalmente Assistita

La Triscele è una raffigurazione di un elemento con tre gambe (dal greco τρισκελής), più generalmente tre spirali intrecciate, o per estensione qualsiasi altro simbolo con tre protuberanze ed una triplice simmetria rotazionale.

La storia dell’antica Triquetra è articolata e complessa e per alcuni versi ancora avvolta nel mistero poiché si ricollega alla mitologia. Secondo alcuni studiosi si tratta di un simbolo indoario, secondo altri celtico (Triskele)
Fonte Wikipedia

Ritenuto generalmente simbolo femminile, per altre culture è spesso associato al potere rigenerante del Dio maschile, e dunque un simbolo solare.
Il Triskelion non è una semplice spirale, ma l’unione di tre di esse intrecciate, in alcuni casi che divengono tre gambe umane.
Infatti il numero 3 rappresenta l’unione prolifica dell’elemento femminile, con quello maschile, è il numero della generazione, l’antico Khem egizio, materializzazione delle trascendenze divine, primo stadio della creazione.
Ecco che il simbolo inizia a dipanare il suo atavico significato. Alla dea dalle gambe divaricate, si unisce il priapico dio, alle acque vorticose provenienti dalle profondità uterine della stessa, si uniscono i bianchi liquidi seminali del dio.
Tutto questo fa del triskele non un simbolo di una o dell’altra divinità, ma una espressione di unione, un simbolo di vita e rigenerazione, una commistione di sacri umori, maschili e femminili.
Questa sarebbe così la spiegazione del suo accostamento da una parte alla dea, dall’altra al dio. Anche nella cultura fenicia, il triskele appare generarsi tra il simbolo lunare e femminile e il dio vegetazionale dal fallo arboreo eretto.
Questa dunque l’intima essenza del triskele, i suoi più segreti significati, un simbolo acquatico ma anche solare, consacrato alla dea e al dio, geograficamente diffuso in ugual misura al Nord e al Sud del mondo, un simbolo di rinascita e di unione, di speranza e procreazione.

 

PNA – Procreazione Naturalmente Assistita è un marchio registrato

 

Facebook Comments

0 Shares

23 thoughts on “PNA – Procreazione Naturalmente Assistita ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap