Obesità infantile: è allarme

obesitvDal congresso “Science in Nutrition”, sono emersi dati allarmanti sull’obesità infantile.
L’Italia è il paese europeo con il più alto tasso di obesità infantile, con punte del 40% nel Sud del paese, cifre che devono metterci in guardia.

I maggiori fattori di rischio
L’obesità infantile dipende da vari fattori, tra loro strettamente interconnessi, tra cui ricordiamo, a titolo di esempio, una alimentazione errata, uno stile di vita eccessivamente sedentario e in alcuni casi origini genetiche.

Un bambino che mangia troppo o male, in molti casi desta poche preoccupazioni nei genitori, preoccupati maggiormente dei figli che mangiano poco.
Un’alimentazione eccessiva o sbagliata conduce al sovrappeso e successivamente all’obesità del minore.

Sempre più minori non svolgono un’adeguata attività fisica, necessaria per smaltire i grassi in eccesso.
Fondamentale, in presenza dei due fattori di rischio sovraelencati, l’azione dei genitori volta a correggere i comportamenti sbagliati.

In molti casi, però, i genitori sono direttamente responsabili … [SEGUE]

 

Facebook Comments

729 Shares

One thought on “Obesità infantile: è allarme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

729 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap