Tempo di vacanze, tempo di montagna!

montagna

 

Mare o montagna? Questo dilemma affligge tutti i neo-genitori alle prese con la scelta della metà ideale per le vacanze con un bambino piccolo.

 

Sia la montagna che il mare rappresentano i luoghi ideali per le vacanze dei bambini, anche per i più piccini. Vediamo nel caso si scegliesse di trascorrere la villeggiatura in montagna come comportarsi.
È preferibile scegliere una località con altitudine intorno ai 1500 m. nonostante tale soglia sia puramente indicativa, perchè ogni bimbo reagisce in modo personale alle modificazioni dell’aria dettate dall’altitudine.

 

Durante il trasferimento  è bene far succhiare il piccolo per evitare che i disturbi dell’orecchio, tipici delle variazioni altimetriche, possano creare disagi e pianti.
È opportuno proteggere la pelle del bambino dai raggi solari utilizzando creme protettive specifiche e facendo indossare il cappellino con visiera per proteggere viso ed occhi.

 

Se si raggiungono luoghi innevati, gli occhiali con protezione UV sono assolutamente necessari.
A differenza del mare, la montagna è più soggetta ad escursioni termiche, pertanto è consigliabile vestire il piccolo a strati portandosi un’abbondate dotazione di capi di vestiario.
La montagna, grazie al contatto con gli elementi naturali, permette al bambino di sperimentare nuove sensazioni tattili. Via libera quindi ai giochi nei prati, permettendo al piccolo di camminare scalzo sull’erba. Per sviluppare creatività, immaginazione e manualità si possono raccogliere pietre con forme particolari, pigne e rametti con cui costruire, una volta a casa, simpatici lavoretti per l’inverno. I bambini più piccoli svilupperanno i sensi tramite il contatto con materiali differenti ed inusuali, che è possibile raccogliere in un quaderno tattile da riproporre al rientro.

 

In montagna è più probabile incontrare animali che i bambini non sono soliti vedere in città; ricordiamo sempre che è bene lavare le mani dopo aver accarezzato gli animali ed evitare il contatto con la saliva o gli escrementi. In caso di insetti, prestate attenzione alle punture e ricordate di portare sempre con voi un repellente e un rimedio dopo-puntura per il vostro bambino.

 

Durante le passeggiate nelle località montuose è possibile trovare bacche, fragoline, funghi e frutti; si consiglia di non raccogliere nulla a meno che non si sia certi che sia commestibile ed innocuo. Sorvegliamo adeguatamente anche i bambini più piccoli, che potrebbero ingerire qualcosa attratti dal colore cangiante.

 

Buone vacanze!

 

forum approfondire segue

Facebook Comments

498 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

498 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap