Ridurre gli allarmismi per le gravidanze over 35 ✿


La maternità sopra i trentacinque anni sembrerebbe essere meno problematica di quanto si pensasse.

Notizie molto positive che ci arrivano dalla comunità scientifica internazionale, potrebbero ridurre significativamente gli allarmismi da tempo legati alle gravidanze over 35.
In uno studio presentato in occasione de “The Pregnancy Meeting” (il congresso annuale della Society for Maternal-Fetal Medicine svoltosi a New Orleans) i ricercatori hanno comunicato i risultati di un interessante studio che ha dimostrato come l’aumento dell’età materna comporti un minor rischio di incidenza di gravi malformazioni fetali.

Nelle donne in età matura ovvero superiore ai trentacinque anni (Advanced Maternal Age), è stato da tempo individuato e definito con certezza un aumento della percentuale di anormalità cromosomiche fetali, con particolare riferimento alla trisomia 21, la mutazione responsabile della sindrome di Down.

Tuttavia fino a questo momento poche informazioni erano state raccolte circa la possibile correlazione tra età materna avanzata ed il rischio di avere figli affetti da gravi malformazioni congenite.
Per gravi malformazioni congenite si intendono difetti dello sviluppo che comportano la nascita di bambini con anormalità anatomiche di organi indispensabili per la sopravvivenza come cuore, cervello, reni, scheletro e tratto intestinale.

I ricercatori della Washington University di St. Louis… SEGUE

 

Facebook Comments

2.6K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2.6K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap