Febbre pediatrica ✿

I pediatri sovente ricordano che si è in presenza di febbre quando la temperatura auricolare supera i 37,5° e quella ascellare i 37° e che gli antifebbrili vanno somministrati esclusivamente nel caso in cui la febbre superi i 38° ascellari ed i 38,5° auricolari.
La febbre alta fa bruciare, sia nei bambini piccoli che nei grandi, moltissime calorie e può favorire la comparsa di disidratazione.

È importante pertanto somministrare acqua, succhi di frutta o spremute per compensare la perdita di liquidi e sali (per i neonati non allattati al seno sono indicati te deteinato o camomilla).
Quando la temperatura supera i 39°, oltre all’antipiretico, possono portare sollievo anche delle spugnature di acqua tiepida al viso e al collo, sotto ascellari ed inguinali. Si sconsigliano bagni freddi o utilizzo di ghiaccio che possono dare fastidio al bambino, sottoponendolo a temperature poco adatte al suo stato.

Bisogna inoltre evitare di coprire oltremodo i bambini, per ridurre il rischio di sudorazione eccessiva con conseguente disidratazione.
Ricordiamo a titolo di curiosità l’abitudine popolare in uso in alcuni paesi del Nord Europa, di far indossare al piccolo con la febbre, della calze bagnate di acqua e aceto per favorire la dispersione della temperatura.

Facebook Comments

2.1K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2.1K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap