Euritmia: di cosa si tratta?

campana

 

L’euritmia (dal greco “movimento armonico, bello”) è nata nel contesto dell’antroposofia steineriana nel 1912 sorgendo da una concezione spirituale dell’essere umano.
Fu definita dallo stesso Rudolf Steiner come “parola e canto visibili”   modulandosi come esternazione delle profonde leggi della parola e della musica tramite la manifestazione corporea.

 

Il movimento euritmico si propone come strumento di metamorfosi: tutto ciò che è suono si trasforma in gesto.

L’armonia stellare, il movimento dei pianeti, le rotazioni cosmiche sono un tutt’uno con l’essere sprituale: l’uno espressione compenetrante dell’altro.

Ciò che fu suono cosmico divenuto sostanza materica nell’uomo, è ancora presente e forte.

 

Steiner affermò che  se la laringe potesse pronunciare assieme e nello stesso momento tutti i suoni esistenti nel corpo etereo dell’uomo (nel quale sono impressi Parola. Musica, Movimento)
e se i medesimi potessero per un breve momento fissarsi nell’aria, essi acquisterebbero la forma eterea  della figura umana nella sua totalità.

Allo stesso modo, se il corpo etereo non si limitasse a porsi come suono in seno alla laringe bensì potesse travolgere ed espandersi nell’uomo, sarebbe euritmia.

 

I movimenti euritmici liberano il corpo, l’uomo diventa suono.  Essi sono sempre in relazione con il respiro, esprimono caratteristiche di espansione e contrazione.

Nella sua forma artistica l’euritmia è diventata parte integrante di vari contesti di vita nella sua veste di espressione artistica da palcoscenico; in quella pedagogica (assecondando le fasi evolutive) essa accompagna lo sviluppo intellettuale, corporeo ed immaginativo favorendo una soddisfacente esperienza di sé e del mondo.

 

Mentre nella sua forma terapeutica indirizza verso un’azione profonda e incisiva autodeterminante.

In ogni sua estrinsecazione concreta, questa pratica supporta e favorisce l’equilibrio delle facoltà dell’anima umana  (pensare, sentire, volere) e dei tre sensi (corpo, anima, spirito).

 

Marika Novaresio

Facebook Comments

0 Shares

One thought on “Euritmia: di cosa si tratta?

  • 11 Gennaio 2019 in 09:02
    Permalink

    Grazie Marika, il tuo articolo è una bella sintesi dei principi steineriani sottesi nell’espresione dell’euritmia. Se può interessarti organizziamo degli incontri di Euritmia ad Amelia il 13 e il 27 mattina dalle 10 alle 12 ingresso ad offerta libera e condivisione del pranzo al quale ognuno puo contribuire con una pietanza. Per contatti Emiro 3334186899

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap