In forma dopo le Feste: depurarsi!

aranciaPer iniziare l’anno nuovo all’insegna del benessere, non c’è niente di meglio che riprendere le buone abitudini e dedicarsi ad una cura disintossicante. Ecco i consigli della Dott.ssa Valentina Petitto, farmacista e Dottore di Ricerca in Scienze Botaniche.

 

Le feste natalizie sono passate tra cene, giochi e veglioni vari, occasioni di ritrovo per tutta la famiglia dopo un anno intenso, ma anche pretesto per qualche concessione alla dieta. Gli esiti delle grandi abbuffate si riscontrano tuttavia a gennaio: la bilancia magari mostra qualche chilo in più, ci si sente appesantiti e giù di tono. Iniziare quindi il 2014 all’insegna dei buoni propositi, come può essere ad esempio un trattamento depurativo, può essere il modo giusto per riprendere i ritmi quotidiani con una marcia in più.

 

“A Natale l’alimentazione è stata più ricca di grassi, dolci e magari qualche bevanda alcolica, dedicarsi ad un trattamento disintossicante è senz’altro l’occasione per iniziare bene il nuovo anno – dice a questo proposito la Dott.ssa Valentina Petitto, farmacista a Roma e Dottore di Ricerca in Scienze Botaniche -. Ricordo l’importanza di ripetere il trattamento con regolarità, in particolare durante i cambi di stagione, e quando si ha occasione di mangiare in maniera disordinata”.

 

In quest’ottica l’omeopatia e la fitoterapia possono fornire un importante contributo per ritrovare rapidamente una condizione di benessere. In particolare, per quanto riguarda i medicinali omeopatici, bisogna considerare le particolari caratteristiche che li contraddistinguono, come la generale assenza di effetti collaterali, grazie alle loro diluizioni elevate. “Generalmente nell’ambito di un trattamento depurativo consiglio un medicinale come CY.TA.FU, a base di Tintura Madre di Cynara scolymus TM (Carciofo), Taraxacum officinale TM (Tarassaco), Fumaria officinalis (Fumaria). Andrebbero assunte 30 gocce di prodotto 2 volte al giorno, prima dei pasti, diluendole in un bicchiere d’acqua, per una durata complessiva di circa 2 mesi. Il trattamento va seguito per almeno 20 giorni consecutivi, alternandolo con una pausa di 10 giorni”.

 

Anche la fitoterapia può rivelarsi di grande utilità: “Un grande aiuto viene per esempio dal Cardo mariano – dice la Dott.ssa Petitto. Altrettanto note per le loro proprietà drenanti sono l’Equiseto, la Pilosella e la Centella, da assumere anche in miscela di Tintura Madre, 20 gocce per 3 volte al giorno da diluire in un po’ d’acqua”.

 

Ai fini della “remise en forme”, grande importanza riveste anche la dieta: “Consiglio in linea generale di fare una prima colazione abbondante e una cena leggera, limitando grassi e zuccheri raffinati e prediligendo tanta frutta e verdura di stagione. È inoltre molto importante non dimenticare di bere almeno un litro d’acqua al giorno, meglio se oligominerale e a basso residuo fisso, utile per ripristinare una corretta diuresi”. Dopo gli stravizi alimentari, la dott.ssa Petitto consiglia di tenere a portata di mano un medicinale omeopatico come Nux vomica 5 CH, da assumere prima e dopo i pasti più abbondanti. La posologia indicativa è di 5 granuli da sciogliere in bocca, sotto la lingua”.

 

Nel forum ne parliamo qui LINK

 

 

 

Facebook Comments

0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap