Autismo e aumento di peso in gravidanza: quale legame? ✿

gravidanza

Esiste un legame tra l’aumento di peso in gravidanza e lo sviluppo di autismo nel nascituro?

Un articolo (Maternal Prenatal Weight Gain and Autism Spectrum Disorders) pubblicato dalla prestigiosa rivista medica Pediatrics, periodico ufficiale della Amerian Academy of Pediatrics, ha illustrato uno studio che aveva lo scopo di individuare eventuali correlazioni.
La dott.ssa Deborah A. Bilder e gli altri ricercatori hanno partecipato allo studio con l’obbiettivo di stabilire se l’indice di massa corporea pre-gravidanza ed il successivo aumento di peso in gestazione fossero associati ad un effettivo aumento del rischio di sviluppo del disturbo autistico.

I disturbi dello spettro autistico (ASD) sono alterazioni neuro-psichiatriche della funzione cerebrale, caratterizzati da una marcata riduzione della capacità di integrazione sociale, di relazione e di comunicazione con gli altri individui.

La crescente incidenza di disturbi dello spettro autistico nella popolazione mondiale è una situazione allarmante, che richiede ulteriori indagini e ricerche scientifiche, per permettere la comprensione dell’eziologia sottostante al fenomeno.

I ricercatori hanno ipotizzato che una alterazione delle concentrazioni di ormoni… [SEGUE] 

 

Facebook Comments

3.1K Shares

4 thoughts on “Autismo e aumento di peso in gravidanza: quale legame? ✿

  • 6 Aprile 2019 in 23:11
    Permalink

    Ci sono tanti articoli americani che legano l’autismo ai vaccini perché non pubblicate anche quelli? Così per conoscere un po’ tutte le cause….. Sempre stimato questo sito ma vorrei un’informazione libera e quindi pubblicazione di tutti gli articoli sull’autismo e non un filtro all’italiana grazie

    Risposta
    • 26 Agosto 2021 in 15:13
      Permalink

      Cara Erika, l’articolo non è una disanima sulle varie cause dell’autismo, ma la trattazione dell’ipotesi portata avanti da questa specifica ricerca. Continui a leggerci.

      Risposta
  • 6 Aprile 2019 in 08:51
    Permalink

    “Potrebbe” essere qualunque cosa, anche la lunghezza dei capelli delle mamme, o se i padri il giorno della fecondazione hanno visto la partita, o se i genitori facevano troppo/troppo poco esercizio fisico, tutti tranne i vaccini, vero ? Questa scienza che fa indagini a posteriori sapendo già che risultati vuole ottenere è solo serva del potere del dio denaro. Aprite gli occhi !

    Risposta
    • 26 Agosto 2021 in 15:11
      Permalink

      Buongiorno,
      probabilmente non conosce le modalità della ricerca scientifica, abbiamo citato la fonte come si conviene per permettere a chi vuol conoscere di averne tutte le possibilità.
      E tra il suo parere e quello della prestigiosa rivista Pediatrics, noi preferiamo quest’ultima.
      Cordialmente
      Dr Domenico Oliva ostetrico

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3.1K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap