Ittero neonatale, quando è fisiologico? ✿

ittero neonatale fototerapia

L’ittero è la condizione neonatale più comune che richiede attenzione medica; interessa circa il 60% dei neonati a termine e l’80% dei nati pretermine e si sviluppa nella prima settimana di vita.
Nella maggior parte dei neonati, la presenza di ittero non è legata ad alcuna patologia ed è fisiologica. Tuttavia ci possono essere cause patologiche di ittero neonatale che, sebbene rare, devo essere indagate.

Per ittero neonatale si intende la colorazione giallastra di sclere, cute e mucose del neonato dovuta all’accumulo di bilirubina circolante (iperbilirubinemia).

 

 

 

La bilirubina è il prodotto di degradazione dei globuli rossi.

L’emolisi produce bilirubina non coniugata che si lega all’albumina ed è metabolizzata nel fegato al fine di produrre bilirubina coniugata che può essere escreta nelle feci.

Nel neonato, i globuli rossi hanno una vita più breve e dunque il livello di bilirubina è più alto. Inoltre, la circolazione e l’escrezione della bilirubina sono rallentante e questo porta ad uno stato fisiologico di iperbilirubinemia.

Vi è la rara possibilità che la bilirubina non coniugata oltrepassi la membrana emato-encefalica; questo tipo di bilirubina è potenzialmente tossica sul tessuto neurale e può provocare danni neurologici a breve e lungo termine (letargia, irritabilità, ipotonia, apnea, convulsioni, sordità, cecità, disturbi ai denti…).

Questo quadro è chiamato encefalopatia acuta da bilirubina o kernittero.

 

Non si conosce l’esatto livello di bilirubina che causa l’encefalopatia, è ipotizzabile che la tossicità vari da neonato a neonato e sia collegata con l’epoca gestazionale, infezioni, livelli di albumina, acidosi. In neonati sani a termine, non ci sono casi di kernittero con valori di bilirubina < 450 mmol/L.

 

I fattori di rischio per l’ittero fisiologico del neonato sono:

  • Ittero presente nelle prime 24h di vita.
  • Precedenti figli con iperbilirubinemia trattata con fototerapia.
  • Epoca gestazionale < 38settimane.

 

Cause di ittero patologico sono invece legate a:

  • Incompatibilità ABO.
  • Emolisi.
  • Sepsi.
  • Disordini metabolici.
  • Deficienza dell’enzima glucosio-6-fosfato deidrogenasi (G6PD).
  • Patologie del sistema biliare.

 

Solitamente l’ittero fisiologico si manifesta il 2° o 3° giorno di vita per scemare spontaneamente e lentamente dal 7° giorno. Qualora i valori di bilirubina rilevati nel sangue del neonato fossero molto alti, gli operatori potrebbero favorirne l’eliminazione sottoponendo il bambino a sedute di fototerapia per mezzo di speciali lampade, monitorando poi i valori ematici di bilirubina per valutare il miglioramento del neonato.

Durante la fototerapia, il neonato sarà esposto supino alla luce con gli occhi schermati adeguatamente. Gli operatori  si occuperanno di monitorare l’idratazione e la temperatura del neonato, incoraggiando il bonding con la madre.

 

É consigliabile continuare l’allattamento, sospendendo la fototerapia per le poppate.

Una volta a casa è possibile favorire lo smaltimento della bilirubina esponendo il piccolo alla luce del sole, avvicinando la carrozzina alla finestra e lasciando scoperte alcune parti del corpo.

La bilirubina alta tende a far assopire il neonato, quindi è possibile che il neonato con ittero sia sonnolento e poco reattivo.

All’abbassarsi dei valori, il piccolo sarà più reattivo e riprenderà ad alimentarsi; durante tutta la durata del trattamento l’alimentazione del neonato deve essere a richiesta.

L’ittero prolungato è invece un ittero che dura più di 14 giorni nei neonati con EG >37W  e più di 21 giorni nei neonati con EG<37W.

É sempre importante in questi casi valutare la presenza di urine scure e feci chiare ed eseguire urinocoltura e screening per le malattie metaboliche. Andrebbe misurato il valore della bilirubina coniugata e determinato il gruppo sanguigno del neonato per escludere un’incompatibilità ABO.

 

Gli operatori dovrebbero sempre fornire ai neo-genitori informazioni chiare che includano:

  • fattori che influenzano l’insorgere di iperbilirubinemia;
  • segni e sintomi di ittero neonatale;
  • cosa fare in caso si sospetti la presenza di ittero;
  • l’importanza di riconoscere l’insorgenza precoce di ittero;
  • la fisiologia dell’ittero neonatale;
  • rassicurazioni sulla continuazione dell’allattamento.

 

In caso di neonato in fototerapia bisogna chiarire quali sono i motivi del trattamento, i rischi e i benefici, le modalità di esecuzione della procedura e l’iter terapeutico; gli operatori dovrebbero informare la mamma della possibilità di interrompere la fototerapia per permettere al neonato di poppare a richiesta e mostrare alla donna come mantenere la produzione di latte mediante spremitura manuale del seno.

 

 

 

banner-altri-articoli-approfondimenti


forum approfondire segue

 

Diritto d’autore: plepraisaeng / 123RF Archivio Fotografico

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Email this to someone

Una risposta a “Ittero neonatale, quando è fisiologico? ✿”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>