Omeopatia: in viaggio con i bambini

miorilassanti

OMEOPATIA

I medicinali omeopatici possono essere d’aiuto anche in caso di chinetosi? Abbiamo approfondito l’argomento con il dott. Antonio Schiavo, farmacista ed esperto in omeopatia.

Per milioni di italiani, le vacanze sono alle porte! Che ci si metta in viaggio per una semplice gita fuori porta o per un soggiorno più lungo, prima di partire con i nostri piccoli è bene seguire alcuni importanti accorgimenti per rendere confortevole qualsiasi tipo di spostamento in macchina, treno, nave o aereo.

Questo è importante soprattutto per quei piccoli viaggiatori che soffrono di chinetosi, termine che riassume i disturbi tipici del mal di viaggio. Esiste di solito una certa predisposizione familiare a questo disturbo e i più colpiti generalmente sono i bambini in età scolare. I sintomi più frequenti sono pallore, sudorazione fredda, nausea intensa, vertigini, mal di testa e in alcune situazioni anche vomito.

In caso di chinetosi i medicinali omeopatici possono essere di grande aiuto. Lo vediamo con il dott. Antonio Schiavo, farmacista esperto in omeopatia a Brescia.

Quali sono i medicinali omeopatici più indicati per la chinetosi?
Alle mamme alle prese con i bambini che soffrono di chinetosi consiglio il medicinale omeopatico Cocculine. E’ adatto ad adulti e bambini e si può assumere nella posologia di 2 compresse 3 volte al giorno, da somministrare al bambino alla vigilia del viaggio e il giorno della partenza. Ricordo sempre di portare con sé questo medicinale anche durante il viaggio: alla comparsa dei primi sintomi si possono assumere 2 compresse, ripetendo l’assunzione ogni ora. Per i bimbi più piccoli, sotto i 6 anni, è possibile sciogliere le compresse in poca acqua, dopo averle frantumate.

Quale rimedio omeopatico è indicato quando si viaggia in aereo?
In questa circostanza suggerisco Borax, alla diluizione 15 CH, 5 granuli ogni ora. Questo medicinale omeopatico è infatti adatto per i bambini che soffrono di mal d’aria o semplicemente hanno paura dell’aereo!

Dopo dei viaggi molto lunghi, anche i bambini possono soffrire di jet-lag. Di cosa si tratta esattamente? E come può essere d’aiuto l’omeopatia?
Il jet lag è un disturbo che si verifica quando si attraversano vari fusi orari, come avviene nel caso di un lungo viaggio in aereo. Giunti a destinazione si è di solito assonnati, stanchi o confusi. Anche in questo caso consiglio di assumere Cocculine.

Con la consulenza del dott. Antonio Schiavo

Potrebbero interessarti anche:

Ferie No-Stress: il kit dei medicinali omeopatici pret-a-porter

SOS punture: i rimedi dolci in caso di prurito e gonfiore

Coliche e crosta lattea? I rimedi dolci per il tuo bambino

Tutti gli articoli sull’omeopatia e la chinetosi presenti nel forum e nel Blog di Mammole

Facebook Comments

0 Shares

One thought on “Omeopatia: in viaggio con i bambini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap