Lista utenti taggati

    Azienda Ospedaliera Oirm Sant'Anna - Regina Margherita Di Torino

    corsi formazione

    Ospedale Sant'Anna di Torino

    Ospedale ostetrico e ginecologico
    Corso Spezia
    10126 Torino
    Tel: 0113134444
    E-mail: urp@oirmsantanna.piemonte.it
    Sito web: www.oirmsantanna.piemonte.it

    Informazioni Generali:

    Pronto soccorso ostetrico: si
    Reparto TIN (terapia intensiva neonatale): si. Assistenza a neonati estremamente critici, di peso ed età gestazionale molto bassi e/o affetti da patologie gravi, escluse quelle di competenza chirurgica. Apertura 24 ore su 24 ai genitori e distribuzione opuscoli informativi.
    Emergenze in grado di affrontare: all'avanguardia per tantissime problematiche. Servizi per la diagnosi e la cura delle patologie prenatali, gestione integrata delle patologie complesse in gravidanza.
    Camera singola: si, e' possibile prenotarla al momento se c'e' disponibilita' (a pagamento).
    Orari di visita: 14-15/19-20. Verrà rilasciato un pass al momento del ricovero che da la possibilità ad un parente di rimanere in stanza dalle ore 10.00 alle 20.00. In caso di cesareo è possibile far rimanere una persona per la prima notte. È così possibile tenere i bimbi in rooming-in fin da subito.

    Preparazione al parto:

    Corso preparto: si, con ticket e anche privato.
    Richiesta di esami medici per il padre che vuole assistere al parto: no

    Travaglio e Parto:

    Possibilità di assumere la posizione che si vuole durante il travaglio: si. Possibilità anche di doccia durante il travaglio. Non è possibile solo in caso di epidurale.
    Attrezzature previste nel caso, oltre al letto (sgabello, poltrona, materassino, etc.):
    Possibilità di assumere la posizione che si vuole durante il parto: si. Poltrone/letti fatti apposta per poter mettersi come si desidera.
    Un'unica stanza travaglio/parto (piuttosto che di due stanze separate): no, ma le sale travaglio possono in caso di necessità essere attrezzate per un parto.
    Numero delle sale parto:
    Parto in acqua: no
    Epidurale: si. 24h su 24h, gratuita.
    Presenza del padre in sala parto: si
    Presenza del padre nel caso di parto cesareo: no
    Epoca gestazionale di induzione del parto:
    Possibilità di effettuare il taglio cesareo "dolce" o con il metodo stark: si. Viene effettuato di prassi.
    Possibilita' di donare il cordone ombelicale: si (informarsi per la compilazione dei moduli).
    Taglio ritardato del cordone ombelicale: no
    Possibilita' di effettuare il travaglio di prova per le mamme precesareizzate: si

    Degenza:

    Rooming-in: si. Il neonato puo' stare sempre con la mamma, giorno e notte. Le puericultrici passano per le camere e controllano bimbi ed eventuali problemi di attacco.
    Nido: si. Il neonato puo' essere affidato alle puericultrici ma e' molto incentivato il rooming-in. Assistenza a neonati affetti da patologie medio lievi. Collaborazione ai corsi di preparazione alla nascita.
    Presenza del padre in stanza: si, dalle 10.00 alle 20.00. Durante la notte è possibile solo con donne (ho visto però anche uomini).
    Giorni di degenza: 3 nel caso di parto naturale, 5 nel caso di parto cesareo.
    Possibilità di essere assistite durante le prime cure al bambino: si. Una puericultrice passa per ogni nuovo arrivo per mostrare lavaggio e cambio del bambino.
    Utilizzo del ciuccio in reparto per prassi: no
    L'ospedale fornisce:
    -per il neonato: pannolini, garze per l'ombelico, tutto l'occorrente per la culletta e primo cambio dopo il parto, prodotti per l’igiene.
    -per la mamma: assorbenti.
    Da portare in valigia:
    -per il neonato: 6 body di cotone manica corta da mettere a contatto della pelle. 6 tutine in tessuto di cotone di peso adeguato alla stagione (tenendo conto che anche d’inverno in ospedale fa molto caldo). 8-10 bavaglini.
    -per la mamma: camicia da notte (preferibilmente aperta davanti) o pigiama, vestaglia, mutandine
    di cotone o monouso, pantofole, calzini in cotone, vestiti per le dimissioni, asciugamani (uno grande per la doccia, uno per le mani, uno per il seno e un panno carta “uso e getta”), T. shirt abbondante per il parto. Occorrente per l’igiene personale e per l’igiene intima: sapone di Marsiglia e/o detergente naturale.
    -documenti: documento d’identità, codice fiscale e tessera sanitaria. Esami ematologici eseguiti in gravidanza, gruppo sanguigno, ecografie, eventuali altri accertamenti e consulenze specialistiche.
    Segnalare allergie a farmaci o altro.
    http://www.******************/wp-cont...08/valigia.pdf

    Voto Natural:

    Attaccamento del bambino al seno: circa 6 ore dopo la nascita.
    Percentuale tagli cesarei: circa 60% al 2010
    Percentuale di episiotomie e di uso dell'ossitocina per stimolare le contrazioni: ...

    Osservazioni:

    Ambulatorio di ostetricia per la gravidanza - Ambulatorio per gravidanze gemellari - Centro di riferimento regionale per ecografia e diagnosi prenatale - Ambulatorio per le patologie infettive in gravidanza.
    Per il parto cesareo programmato c'è il pre-ricovero il giorno prima dell'operazione. In quel giorno vengono effettuate tutte le visite. Il padre può aspettare fuori dalle sale operatorie e accompagnerà il bimbo al nido ma non può assistere alla visita e alla vestizione. L'operazione viene eseguita in 20 minuti circa, compresa la cucitura. Viene mostrato il momento in cui viene tirato fuori il bimbo e dopo il lavaggio e i controlli viene di nuovo mostrato per qualche minuto.
    Il personale è spesso disponibile e gentilissimo. Poche persone acide e indisponenti che purtroppo però se trovate in caso di necessità rovinano la degenza.
    Nel reparto 2a, nella zona vecchia dell'ospedale, le stanze sono vecchie e poco rimodernizzate e spesso sovraffollate.
    L'ospedale e' l'unico in Italia che offre assistenza gratuita con una équipe di ostetriche a chi volesse affrontare il parto in casa.
    Nel 2012 ha ricevuto 3 bollini rosa dall'O.N.D.A. (validità biennale).
    E’ attivo un servizio di consultazione, a libero accesso, che accoglie le richieste di assistenza per la depressione postpartum. L’ambulatorio è attivo tutti i mercoledì dalle 14 alle 16. Il servizio è rivolto alle donne in gravidanza e/o alle neomamme. La collaborazione con altri Specialisti potrà consentire la precoce individuazione e trattamento della depressione postpartum.


    Ringraziamo la mammole CandyLollipop per la compilazione della scheda.

    Per qualsiasi variazione/aggiornamento mandate un mp a star_shining




    Dove si trova Orione? Con che fa rima? Mi si e' infiltrito il cachmere (ops, non andava messo in lavatrice?)! Fimo?!? Fiuuuuuuuuuuuuu! Fortuna che su Mammole c'è la sezione cultura (chiedimi dove!)
    Ultima modifica di star_shining; 10-03-12 alle 17:32

    re: Info Azienda Ospedaliera Oirm Sant'Anna - Regina Margherita Di Torino

    ATTIVITA' SPECIFICHE - PRINCIPALI PATOLOGIE TRATTATE

    NIDO
    Assistenza in rooming-in 24 ore su 24 ai neonati fisiologici
    Assistenza a neonati affetti da patologie medio lievi
    Collaborazione ai corsi di preparazione alla nascita

    TERAPIA INTENSIVA NEONATALE

    Assistenza a neonati estremamente critici, di peso ed età gestazionale molto bassi e/o affetti da patologie gravi, escluse quelle di competenza chirurgica.

    Eccellenze:

    • Rooming-in protetto per i neonati da parto plurimo e per i neonati con patologia medio lieve
    • Assistenza specifica ai nati da parti plurimi ad alto rischio
    • Assistenza ai neonati con deficit di crescita intrauterina
    • Assistenza ai neonati con grave alloimmunizzazione materno-fetale
    • Programma di follow-up neonatologico, neurocomportamentale e fisiologico per la precoce identificazione della patologia neuromotoria, prolungato sino all’età scolare su tutti i nati di peso <1500 grammi e su tutti gli altri neonati ad alto rischio
    • Assistenza personalizzata e individualizzata secondo il modello assistenziale non di semplice cura ma di “prendersi cura” (care) del neonato pretermine e critico e della sua famiglia
    • Apertura 24 ore su 24 ai genitori e distribuzione opuscoli informativi
    • Implementazione del programma di osservazione comportamentale del neonato pretermine durante l’interazione con il caregiver al fine di personalizzarne l’assistenza secondo il programma NIDCAP (Neonatal Individualized Developmental Care Assessment Programme).

    Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dirigenti medici Dott. Claudio MARTANO (responsabile Terapia Intensiva Neonatale), Dott.ssa Giovanna PRANDI (responsabile Nido), Dott.ssa Rossana BAGNA, Dott.ssa Silvia Maria BORGIONE, Dott. Francesco CRESI, Dott.ssa Alessandra COSCIA, Dott.ssa Laura FERRERO, Dott.ssa Agata LEONE, Dott.ssa Mariangela MOMBRÒ, Dott. Pierclaudio MURRU, Dott.ssa Margherita NICOCIA, Dott.ssa Cristina PERATHONER, Dott.ssa Antonella SOLDI, Dott.ssa Paola TONETTO.

    Ospedale Infantile Regina Margherita Sant Anna - NEONATOLOGIA - con S.S. NIDO - T.I.N.C. - S.C.D.U. (Direttore Prof. Enrico BERTINO)

    re: Info Azienda Ospedaliera Oirm Sant'Anna - Regina Margherita Di Torino

    Servizio di consultazione per la depressione postpartum

    E’ attivo un servizio di consultazione, a libero accesso, che accoglie le richieste di assistenza per la depressione postpartum.
    L’ambulatorio è attivo tutti i mercoledì dalle 14 alle 16.
    Il servizio è rivolto alle donne in gravidanza e/o alle neomamme.
    La collaborazione con altri Specialisti potrà consentire la precoce individuazione e trattamento della depressione postpartum.


    http://www.oirmsantanna.piemonte.it/...lian_psico.pdf

    Clinica S.Anna - qualcuna è stata al quarto piano, settore 2C?

    Ragazze, aiuto... il mio ginecologo mi ha mandato al 4 piano della clinica, settore 2C, cesareo programmato. Sapete dirmi qualcosa su questo settore? è vero che non ci sono i bagni in camere?
    come vi siete trovate li? Sarei grata per qualsiasi consiglio... GRAZIE

    re: Info Azienda Ospedaliera Oirm Sant'Anna - Regina Margherita Di Torino

    ciao io ho avuto mia figlia nel 2008 ed ero al 4 piano ma nn ricordo se 2c o altro cmq non avevo il bagno in camera,le camere erano da 4 letti e diciamo che essendo luglio faceva un gran caldo,cmq mi sono trovata bene,si il fatto del bagno era abbastanza una rottura,ogni volta dovevo portarmi dietro la culla con la bimba e c'erano sempre delle correnti d'aria terribili,come pulizia non erano sempre il massimo ma solo xchè le persone non sono civili,lasciavano sempre dei pezzi,però venivano puliti spesso e sono completi di doccia e bidet,ci sono pure gli assorbenti e le mutandine a rete.cmq stai tranquilla saranno pochi giorni e le persone che assistono sono veramente brave!ciao e in bocca al lupo!

    Fradelux98!



    re: Info Azienda Ospedaliera Oirm Sant'Anna - Regina Margherita Di Torino

    Grazie mille! Già mi sento meglio
    un bacione

    Ultima modifica di Angi78; 28-01-12 alle 23:47 Motivo: errato uso del quote, vedi nuove regole

    re: Info Azienda Ospedaliera Oirm Sant'Anna - Regina Margherita Di Torino

    io ho partorito 2 anni fa e devo dire che mi sono trovata bene sono stati tutti disponibili e devo dire che sono stata fortunata perchè mi sono trovata nell'unica stanza da tre che aveva il bagno e così non doveve fare km perchè come te ho fatto un tc. In bocca al lupo e vedrai che andrà tuttto bene.

    Re: Info Azienda Ospedaliera Oirm Sant'Anna - Regina Margherita Di Torino

    Al Sant'Anna nascono col bisturi tre bimbi su dieci

    21/03/2012

    Ma la media è più bassa del resto d'Italia

    TORINO
    Il 2011 al Sant’Anna ha registrato un aumento di parti cesarei rispetto al 2010: 35,3 per cento in confronto al 34,9 dell’anno precedente. Ma il polo materno-infantile regionale resta sotto la media di una nazione che detiene il record europeo di nascite col bisturi: 38 per cento in confronto al 20-25 del resto d’Europa.

    Le zone d’ombra
    Al Sant’Anna - conferma la direttrice sanitaria, dottoressa Grace Rabacchi - esistono però due zone d’ombra dove si può e si deve ancora migliorare molto, secondo quanto stabilito dalle linee dettate dai piani della Regione. Resta eccessiva la tendenza a praticare il cesareo nelle gravidanze successive a un parto già compiuto col bisturi (84 per cento rispetto al 64 previsto). I numeri vanno ridotti anche quando si tratta di far venire al mondo bimbi in posizione podalica. Al Sant’Anna si sta lavorando infine sulla chiarezza delle indicazioni, che dovrebbero far propendere per l’una o per l’altra soluzione prima di entrare in travaglio, e molto prima - soprattutto - di un’emergenza.

    Le statistiche
    Spiega la dottoressa Rabacchi: «Numeri e percentuali in sé dicono poco o niente se non vengono analizzati nel dettaglio. Al Sant’Anna vengono seguite ogni anno circa 4 mila gravidanze a rischio e nasce il 40 per cento dei neonati di basso peso della regione. Il tasso di cesarei ha avuto dal 1997 un aumento progressivo fino a raggiungere nel 2008 il 36,6 per cento. Così, per migliorare l’appropriatezza, è stato attivato dal 2006 un progetto multidisciplinare per dare indicazioni su come ridurre la percentuale di parti con il bisturi». Nonostante la percentuale di nascite con complicanze di partenza rimanga tripla (28 per cento nel 2010) rispetto agli altri punti nascita del Piemonte (9 per cento), i dati del 2011 al Sant’Anna non stravolgono insomma l’andamento dei dodici e dei ventiquattro mesi precedenti.

    I casi pericolosi
    In particolare, per quanto riguarda i parti a termine in gravidanze senza complicazioni né patologie della madre, il Sant’Anna ha numeri addirittura sotto la media regionale: 11,4 per cento rispetto al 15 per cento, «a testimonianza - sottolinea la dottoressa Rabacchi - della corretta gestione del travaglio». Al Sant’Anna vengono indirizzate un numero di mamme a rischio (11 per cento) molto superiore a quanto accade negli altri ospedali materno-infantili piemontesi (3 per cento) anche quando si tratta di parti naturali.

    Al Sant'Anna nascono col bisturi tre bimbi su dieci- LASTAMPA.it

    Re: Info Azienda Ospedaliera Oirm Sant'Anna - Regina Margherita Di Torino

    Spero di chiedere nel posto giusto!!
    Mi sono iscritta oggi e sono "in cura" al Sant'Anna. Da circa 1 anno nn ho + il ciclo dopo aver smesso la pillola e il mio ginecologo privato, dopo vari esami, mi ha mandato al sant'anna visto che nn sono in tenera età e voglio diventare mamma. Sono andata solo 1 volta x ora al centro amonorree x un primo colloquio con la dottoressa Lesca. Nn mi ha visitata ma ha preparato la mia scheda e mi ha dato un sacco di esami del sangue da fare (220€!!) sia a me che a mio marito. Volevo sapere se qualcuna di voi conosce questa dottoressa e se mi potete dare un vs parere sul Sant'Anna. Ho sentito pareri diversi purtroppo. Grazie mille!

    Re: Azienda Ospedaliera Oirm Sant'Anna - Regina Margherita Di Torino

    Ahimé..piccola aggiunta: Al corso preparto hanno chiesto di portare i pannolini, che quest'anno c'è crisi e non hanno soldi

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •