Lista utenti taggati

    Allattamento e ritorno al lavoro

    corsi formazione

    Il ritorno al lavoro cambia i ritmi che mamma e bambino avevano stabilito, è il primo distacco tra i due ed è difficile, in particolare per la mamma. Allattare e lavorare è possibile e fattibile più di quanto ci si aspetti: basta semplicemente organizzarsi in modo adeguato.

    Innanzitutto la cosa più importante per la mamma è essere tranquilla di lasciare il proprio piccolo a persone di cui ci si fida e che agirebbero proprio come farebbe lei. Tantissimi sono gli interrogativi e le preoccupazioni di una mamma che si accinge a tornare a lavorare: si chiede come farà il piccolo senza la mamma, se si abituerà a nutrirsi in modo differente, se riuscirà ad addormentarsi o a tranquillizzarsi senza poppare al seno.

    Un’altra grande preoccupazione è quella che il latte possa andare via: l’allattamento si adegua alla stimolazione del seno, quindi non c’è da preoccuparsi, è possibile allattare a lungo anche dopo l’introduzione di cibi solidi. L’importante è offrire il seno al piccolo negli orari in cui si sta a casa e la produzione sarà adeguata alla richiesta.

    Tornare al lavoro non significa smettere di allattare, mamma e bambino troveranno il giusto compromesso e si organizzeranno in maniera tale da non dover rinunciare a questa bellissima esperienza che li lega ancora di più. Si può allattare il piccolo prima di uscire di casa e non appena rientrate e, per le ore di assenza, si può tirare il latte necessario al bambino in proporzione adeguata alla richiesta e in base all’avvenuto svezzamento. Tante mamme allattano a lungo anche lavorando: secondo le raccomandazioni OMS si può continuare ad allattare fino a due anni e anche oltre se la mamma e il bambino lo desiderano.

    L’allattamento è un prezioso alleato di mamma e bimbo per affrontare l’esperienza del distacco. Ad esempio, dopo una giornata trascorsa lontani, la poppata aiuta entrambi a ritrovarsi e a recuperare immediatamente quell’intimità speciale che lega madre e figlio.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •