Lista utenti taggati

    i pensieri di una mamma (e moglie) qualunque...

    corsi formazione

    "Le persone silenziose sono quelle che hanno tanto da dire. Non stanno zitte per paura di parlare, ma parlano solo con chi è in grado di capire."

    Credo proprio che non ci sia una frase che mi rappresenti meglio...io così silenziosa e riservata con dentro un fiume di parole ed emozioni da esprimere, così complicata, così ostica, così tanto che non tutti hanno voglia di star lì a cercare di andare oltre la mia apparente freddezza. Ma se solo grattassero un po' la superficie dentro scoprirebbero un mondo infinito...
    Ma non posso dare la colpa sempre e solo agli altri, la colpa è mia che a 28 anni (quasi) ancora non ho imparato a smussare questo carattere che mi ritrovo, ad essere più tollerante con me stessa e con gli altri, ad essere migliore...

    Diventare mamma ha tirato fuori il meglio e il peggio di me! Tutt'a un tratto mi sono ritrovata faccia a faccia con la mia parte migliore e peggiore...so essere tenera e amorevole come nessuna, il cuore mi scoppia di amore e tenezza per te, mio piccolo angelo. Ti annuso e sai di buono, sai di innocenza. Tu dormi e sogni e a volte sorridi, forse sogni la tua mamma. Ma per la prima volta nella vita, essere mamma mi ha sbattuto in faccia i mie difetti più evidenti e odiosi...A volte mi sento una pessima madre perchè non so non so capirti, vorrei che tu ti adattassi a me, senza capire che invece dovrebbe essere il contrario...e allora mi arrabbio e piango e soffro, come se per un momento non volessi accettare fino in fondo la portata del cambiamento che tu hai impresso alla mia esistenza...crescerai, la simbiosi che oggi ci unisce piano piano scemerà, diventerai sempre più indipendente e io potrò riprendermi quei piccoli momenti di solitudine di cui ho bisogno per rimettere in ordine il cuore e la mente...quel che è certo è che mi hai impartito una lezione incredibile: l'amore che una mamma ha per un figlio non conosce confini e prima di averti non l'avevo mai potuto capire fino in fondo...



    Re: i pensieri di una mamma (e moglie) qualunque...

    cuore mio...tu mi porti fortuna! tu stai mettendo in ordine ogni pezzo della mia vita. Ancora non ci posso credere che finalmente ho di nuovo un lavoro, non importa se per pochi mesi, ora finalmente la tua mamma potrà sentirsi appagata al 100% anche se sei TU la cosa PIU' IMPORTANTE!Sei tu che appaghi ogni mio bisogno d'amore e calore...

    SEI MERAVIGLIOSO...
    Nel mio cuore in ogni istante io ti chiedo perdono per non essere perfetta,
    per le mie debolezze...
    l'unico desiderio che mi resta da esaudire è quello di essere una buona madre!
    VOGLIO ESSERE UNA BUONA MADRE. è il mio mantra.

    Sei così piccolo ancora. Ancora non sai cosa hai fatto per me. Ho imparato più cose in questi ultimi 10 mesi che in tutta la mia vita intera. Ho imparato il vaolre del Tempo, il lusso di avere tempo di stare con un figlio, di vederlo crescere ogni giorno di più. Mi ha insegnato, anzi mi stai insegnando la Pazienza, una virtù che confesso di non aver mai avuto. Io che ho sempre voluto tutto e subito, tu che mi hai impartito una lezione d'oro. E mi insegni l'Amore. L'amore di stringerti a me, di sentire la tua testolina bionda poggiarsi sul mio seno, la tua manina che afferra la mia ben più grande. Hai sempre un sorriso per la tua mamma....mi regali l'ultimo della sera, il primo del mattino! è solo per me...il tuo papà un po' geloso dice che mi guardi con gli occhi a cuoricino, e io ricambio quello sguardo solo nostro! solo mio e tuo! ti amo con tutto il mio cuore...



    Re: i pensieri di una mamma (e moglie) qualunque...

    MAMMA...
    ti penso tanto da quanto sono mamma anch'io.
    Per quanti anni non ci siamo capite,
    abbiamo parlato due lingue diverse praticamente da sempre.
    Odiavo dentro di me i difetti che sapevo aver preso da te,
    ti ho allontanata ogni giorno di più, amandoti e odiandoti allo stesso tempo.
    Poi è arrivato LUI. Il Signore ti ha messo al mio fianco mentre lo davo alla luce,
    sei stata forte come non pensavo fossi,
    non hai mai mollato la mia mano mentre partorivo. Mi hai aiutata a farlo venire al mondo.
    E ogni giorno riscatti i tuoi errori di madre dimostrandoti la nonna migliore che ci sia,
    sono fiera che mio figlio abbia una nonna come te.
    So che lo ami come te stessa, forse più di quanto tu abbia amato me.
    E dentro di me sento che faccio pace con i miei demoni,
    TI PERDONO MAMMA. Ti perdono per la tua indifferenza,
    per la tua fragilità riversata su di me,
    per i silenzi,
    per le parole non dette,
    per le carezze assenti.
    Adesso so com'è difficile essere madre,
    adesso so come hai sofferto tu quando eri bambina.
    Prima non potevo capirlo, adesso LUI mi ha illuminata.

    E ancora una volta un altro pezzo della mia vita torna a posto. Sei tu che lo stai facendo, mio piccolo grande DONO.



    Re: i pensieri di una mamma (e moglie) qualunque...

    Stanotte ho fatto un brutto sogno. Ho sognato che tu, piccolo mio, eri già grande, eri un bellissimo adolescente, avevi circa 12-13 anni! Eri bellissimo, biondo, riccio, la tua pelle proprio come quella che hai ora, rosea e liscia. Avevi gli stessi occhi meravigliosi, eri ben vestito, sembravi quesi un uomo. Io ti chiamavo ma tu mi ignoravi. Ti giravi dall'altra parte con uno sguardo indifferente e cattivo. E poi andavi via con quelli che probabilmente erano degli amici. Vedevo la tue spalle allontanarsi e ti chiamavo, invano.
    Mi sono svegliata e tu eri lì, che dormivi accanto a me col biberon abbandonato sul tuo cuscino. Ho pianto. Forse un giorno questo sogno sarà realtà, tu andrai via e io non sarò più il tuo mondo come lo sono oggi. Ho annusato forte il tuo odore, ti ho baciato i riccioli e ho pensato che il tempo non si può fermare ma mi auguro di cuore che tu avrai sempre del tempo per la tua mamma, anche quando sarai un uomo. Ti amo amore mio!



    Re: i pensieri di una mamma (e moglie) qualunque...

    Non appena ho messo le mani sul quel test di gravidanza, ieri sera in negozio, ho capito subito che non ero incinta. E' stata una sensazione strana, precisa e netta, non sono incinta, mi sono detta. Eppure me ne sono stata là impalata a scegliere il tipo, ho pagato e sono uscita. Sempre con quella sensazione chiara, scritta a caratteri cubitali nel cervello: NON SONO INCINTA. E allora perchè mi sono infilata il test nella borsetta, ho passato la serata tranquilla, ho mangiato la pizza, sono tornata a casa, e mentre tu e il piccolo dormivate ho fatto il test chiusa in bagno? E lo sapevo anche mentre facevo pipì nel bicchiere, infilavo il tampone, contavo fino a dieci, chiudevo il tappo, e aspettavo. Ho guardato l'orologio e potevo sentire il mio cuore fare tumtumtum nel petto. L'ho preso tra le mani e ho visto quello che già sapevo: una sola linea. Lo sapevo già. Sono tornata a dormire. Ho immaginato quello che avrei fatto se fosse stato positivo. Sarei entrata in camera, avrei acceso la luce e mi sarei seduta sul letto accanto a te e te l'avrei mostrato. E sarebbe ricominciato il viaggio...così inaspettatamente. E invece ho scacciato via i pensieri e la delusione, un pizzico, che mi pungeva il cuore. Forse non devo già essere abbastanza grata al Signore del dono che ho ricevuto nonostante le difficoltà?! Forse non ho già tutto??? Come ho solo osato desiderare che questo ritardo fosse un altro meraviglioso dono da accogliere?! E' solo lei che torna in agguato, l'iperprolattinemia. Lo sapevo già! E questo vuol dire che l'adenoma è ancora là. Non c'è nessuna vita dentro me, nessun viaggio da ricominciare, da ricominciare c'è solo la trafila dei controlli e delle cure.
    E stamattina hai visto il test nella spazzatura. Mi hai chiesto: "Beh?" e i tuoi occhi luccicavano. Non mi sarei mai aspettata che saresti rimasto deluso. "Un po'", hai detto, e ti sei accoccolato a me. Mi hai fatto esplodere il cuore di gioia. Ci riproveremo amore mio, e arriverà un altro angelo biondo vivace, meraviglioso e amorevole come quello che abbiamo già! Mi hai detto che vuoi un altro figlio da me...credo che non potrei essere più felice e innamorata di così. Arriverà...non appena riprenderò la cura e avremo rimesso a posto le cose...arriverà!



    sei speciale.

    Hai preso una nuova abitudine. Ti piace addormentarti con il mio viso fra le mani. Infili una manina sotto la mia guancia appoggiata al cuscino e appoggi l'altra sulla guancia opposta, chiudi gli occhietti e parti sicuro verso i tuoi sogni...Io me ne sto un po' a guardarti a due centrimetri dal tuo bel nasino, mi godo il tuo profumo e mi addormento anch'io...

    Siamo alle soglie dei tuoi 18 mesi e più ti osservo più mi accorgo che ormai non sei più un neonato, stai crescendo, vuoi afferrare tutto il mondo nel tuo piccolo pugno e non hai nuvole che adombrano la tua spensieratezza e la tua vivacità, sei un raggio di sole dai riccioli d'oro che illumina ogni cosa che tocca...
    Io e papà lo diciamo in continuazione, SEI SPECIALE. Sarà che sei nostro figlio, ma noi ti vediamo speciale davvero. Per tutto quello che fai, per come ti comporti, per il modo buffo che hai di ballare quando senti le tue canzoni preferite, per quei particolari che ti contraddistinguono e che ti rendono unico. Sei speciale.

    Per quel modo buffo in cui indichi "due" con le dita incrociandole come se stessi facendo gli scongiuri.
    Perchè non avevi 15 mesi che già ti cimentavi con la forchettina ad infilzare la pasta, e ora maneggi perfettamente anche il cucchiaio e ti arrabbi tantissimo se cerchiamo di imboccarti.
    Per come fai il verso della pecora, come se fosse una risata: "peeehehehe"!
    Per quel modo tutto tuo di dire "sì" arricciando il nasino, mostrando i dentini, e dondolando su e giù la testa e il sederino.
    Per i tuoi piedini specialissimi, con due ditina leggermente accavallate.
    Per la tua passione per la musica, che ti fa rimanere incantato davanti alla radio e che ti fa scattare in balli frenetici e buffissimi.
    Per le tue lunghissime ciglia.
    Per le "coccoline" che dispensi con parsimonia solo a mamma e papà.
    Per la tua socievolezza, per la fiducia che dai a tutti e per il tuo non temere nessun estraneo ma essere sempre a tuo agio con tutti.
    Per il tuo amore spassionato per l'acqua anzi, per "aua".
    Per il modo in cui mi chiami "mamma" oppure "ma"
    Per il tuo non essere mai lamentoso, anche quando hai "bua"...sono felice che tu abbia preso questo da me!
    Per i tuoi capricci-lampo e per il tuo essere buono e dolce.
    Per come riempi questa casa, queste mura, queste nostre vite, di giocattoli, coccole, risate, canzoni, filastrocche, acqua sul pavimento, pappa dappertutto, odore di latte, di zucchero, di favole, d'amore...SEI SPECIALE.



Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •