Lista utenti taggati

Discussione: ospedale guastalla

    ospedale guastalla

    corsi formazione

    volevo sapere se qualcuno si e trovato bene o male io ho deciso di andare li ma volevo sapere se c sono delle esperienze

    Re: ospedale guastalla

    Parti senza dolore: nati cinquanta bimbi in sei mesi

    19 aprile 2011

    C’è un ospedale, in provincia, dove ogni mamma – volendo – può partorire senza dolore in totale sicurezza senza spendere un solo euro.

    Succede nel reparto di ostetricia dell’ospedale di Guastalla, diretto da Alessandro Ventura e coordinato, per la parte anestesiologica, da Gianpaolo Castigliani

    Le due aziende sanitarie reggiane, dopo molte riunioni preliminari, hanno scelto Guastalla evitando, tra gli altri ospedali, il Santa Maria Nuova perché, con i suoi 2.500 parti all’anno, sarebbe stato impossibilitato a sostenere il peso presumibile di altri cinquecento parti in analgesia peridurale.

    L’ospedale della Bassa è in una condizione ottimale in quanto l’affollamento c’è (circa 850 parti l’anno) ma è contenuto ed è inoltre dotato di anestesia e rianimazione, con personale dedicato, e di un reparto pediatrico.

    Da tre mesi e mezzo a questa parte sono nati in partoanalgesia, con regime istituzionale, cinquanta bimbi, pari al 24% dei 236 parti avvenuti in ostetricia a Guastalla dall’inizio dell’anno.
    Il target annuale previsto era del 16%, per cui è stato già abbondantemente superato.

    La donna che sceglie la partoanalgesia prenota la visita anestesiologica all’ambulatorio della gravidanza e alla 32ª settimana esegue esami ematologici, in particolare per la coagulazione del sangue, quindi firma il consenso informato.

    «La tecnica anestesiologica che usiamo – approfondisce Castigliani – è l’epidurale comunemente utilizzata anche per altri interventi chirurgici, ma i dosaggi graduali, in questo caso, sono fondamentali, perché l’obiettivo è far nascere il bambino senza dolore, lasciando però assolutamente immodificato tutto l’impegno della partoriente a livello di spinte e di sensibilità. Sia chiaro: operiamo un’analgesia perché l’anestesia è altra cosa e viene riservata ai tagli cesarei».

    «Negli anni scorsi – aggiunge Amenaide Pellegrino, da tempo collaboratrice di Castigliani – abbiamo seminato bene, ma eravamo solo tre anestesisti. Oggi finalmente riusciamo a garantire un servizio ventiquattro ore al giorno per 365 giorni all’anno, assolutamente indispensabile: basti pensare che dei cinquanta parti in analgesia di quest’anno ben trenta sono avvenuti nelle ore notturne».

    http://www.ilrestodelcarlino.it/reggio_emilia/salute/2011/04/19/492514-parti_senza_dolore.shtml

    Re: ospedale guastalla

    Nel 2009 su un totale di 810 parti l'ospedale ha registrato 193 tagli cesarei ovvero una percentuale del 23,83

    http://www.regione.emilia-romagna.it/sas/nosologiche/anno2009/t0520501.htm

    Re: ospedale guastalla

    Ciao Francy, personalmente non ho notizie sull'Ospedale di Guastalla ma molto probabilmente lo sceglierò come luogo per il parto, per via dell'epidurale (che deciderò di fare o meno sul momento).

    Re: ospedale guastalla

    Ho trovato queste notizie.

    Rooming-in o Nido in camera
    · Le sale travaglio/parto rispondono a criteri di sicurezza, ma anche di rispetto delle preferenze della donna per favorire la naturalità e fisiologicità del parto
    · Presenza di una persona cara al proprio fianco durante il travaglio
    · Controllo del dolore con tecniche alternative, quali assistenza del travaglio in acqua e assistenza “one to one”
    · Parto a domicilio per le donne che lo richiedono

    Partoanalgesia:
    · Con tecniche alternative non farmacologiche e dolore post operatorio dopo parto cesareo, gratuito, 24h su 24

    Re: ospedale guastalla

    Cia mammine,
    io ho appena partorito all'ospedale di Guastalla con parto indotto per assenza di liquido.
    Mi sono trovata benissimo sia per l'assistenza che per la degenza.
    E' un reparto tranquillo, pulito ed ordinato, in cui vengono rispettati gli orari di visita.

    Il parto è andato alla benissimo.
    il 13 sono andata in ospedale con un po di contrazioni....che naturalmente arrivata li si erano quasi fermate (sarà una delle leggi di Murphy) Comunque mi hanno ricoverata lo stesso perchè avevo poco liquido. Quindi mi hanno fatto un applicazione di gel per indurre il parto alle 16:00 e mi hanno detto che dopo 6 ore me ne avrebbero fatta un'altra. Ma non ce n'è stato bisogno. alle18:30 sono cominciati i dolori seri. Alle 7:30 ero già 4 cm e alle 8 mi han fatto l'epidurale (che pacchia). Alle 22:05 dopo 5 spinte è nata la piccola Sveva. Da subito vispa e arzilla non ha risentito per niente del parto. Io solo 5 punti (rispetto ai 16 del precedente....una pacchia).


    Il mio primo bimbo è nato a Carpi e mi ero trovata molto bene ma poichè non fanno piu' il parto con epidurale mi sono spostata a Guastalla dove è completamente gratuito.

    Io darei 10 a questa struttura per il reparto di ginecologia.

    Exe


    Re: ospedale guastalla

    Exe mamma mia, un grazie infinite per la esperienza che hai condiviso io non conosco l'ospedale di Guastalla perchè è poco che vivo a Reggio ma ho deciso di partorire a Guastalla per via dell'epidurale.

    Come è stato partorire con l'epidurale???

    Re: ospedale guastalla

    Io ho fatto entrambi i parti con l'epidurale e mi sono trovata benissimo.
    non ho avuto nessun postumo in entrambi i casi ed i miei bimbi tutte e due le volte hanno avuto il massimo punteggio al test che si fa immediatamente dopo la nascita.
    In bocca al lupo!
    :-)


    Re: ospedale guastalla

    grazie exe io ho deciso di andare li xche mi hanno parlato bene la 1 gravidanza è nata a mantova ma li nn mi sono trovata bene anzi peggioo e cosi ho deciso di andar li a me manca poco e se devo essere sincera vedo ora

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •