Lista utenti taggati

    Re: Info Policlinico S. Maria alle Scotte di Siena

    corsi formazione

    Salve a tutte, vorrei sapere se c'è qualcuna che partorirà a Siena quest'anno, io ho il termine a novembre e partorirò a Siena.
    Giottyna80 grazie mille per tutte le preziose informazioni, ti volevo chiedere se per usufruire dell'appartamento anzichè della stanza si possa in qualche modo prenotare prima?mi piacerebbe molto che mio marito potesse rimanere accanto a me

    Re: Info Policlinico S. Maria alle Scotte di Siena

    ciao ragazze sono un ostetrica ke lavora a poggibonsi se avete bisogno di informazioni per quanto riguarda il corso o come funziona il reparto kiedete pure

    Re: Info Policlinico S. Maria alle Scotte di Siena

    Citazione Originariamente Scritto da VeroGiu Visualizza Messaggio
    Salve a tutte, vorrei sapere se c'è qualcuna che partorirà a Siena quest'anno, io ho il termine a novembre e partorirò a Siena.
    Giottyna80 grazie mille per tutte le preziose informazioni, ti volevo chiedere se per usufruire dell'appartamento anzichè della stanza si possa in qualche modo prenotare prima?mi piacerebbe molto che mio marito potesse rimanere accanto a me
    Ciao Verogiu, io Partoriro' a Siena ad ottobre.. Ho scelto questo ospedale per comodità e perché tra quelli a me vicini sicuramente c e un miglior compromesso in termini di medicalizzazione a cominciare dalla terapia intensiva neonatale.riguardo all uso delle suite familiari ho sentito dire che vengono date di preferenza a donne che sono alla seconda gravidanza.. Ma e' vero?

    Re: Info Policlinico S. Maria alle Scotte di Siena

    Citazione Originariamente Scritto da kiary Visualizza Messaggio
    Al Policlinico Le Scotte di Siena, ho potuto tenere il piccolo sempre con me, non me ne sono mai separata e stava con me anche, nella sua cullina, anche durante le visite di parenti/amici.
    Lo portavo al nido per la medicazione del cordone ombelicale, per le visite-esami e una volta per la doppia pesata per controllare se il latte stava arrivando mentre i cambi e lavaggi (dopo che mia avevano mostrato come fare una/due volte), li facevamo con mio marito o mia mamma nella nursery a disposizione della camera.
    Eserienza fantastica, tenere il piccolo con me giorno e notte ha aiutato ad instaurare fin da subito un buon legame...
    Posso chiederti kiary come ti sei trovata ?
    Cosa ti è piaciuto e cosa no ?
    Confermi le informazioni riportate nella scheda o vedi delle imprecisioni ?

    Re: Info Policlinico S. Maria alle Scotte di Siena

    PREMATURO SALVATO A SIENA

    Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena, intervento salvavita su un neonato prematuro di circa un chilo nato con l’esofago chiuso

    10.05.2012.

    Effettuato a Siena, al policlinico Santa Maria alle Scotte, un eccezionale intervento salvavita su un neonato prematuro di circa un chilo nato con l’esofago chiuso.
    L’importante risultato è stato messo a segno dall’équipe di Chirurgia Pediatrica, diretta da Mario Messina, insieme alla Terapia Intensiva Neonatale, diretta da Franco Bagnoli e all’Anestesia, diretta da Pasquale D’Onofrio.

    “L’eccezionalità dell’intervento – spiega il professor Messina – sta nell’aver operato un bimbo così piccolo con un problema davvero molto complesso e incompatibile con la vita perché la parte superiore dell’esofago, a fondo cieco, era troppo distante da quella inferiore, che presentava anche una fistola con la trachea. Con una particolare tecnica abbiamo ricostruito l’esofago con manovre di microchirurgia, viste le dimensioni del corpicino”. Si tratta di un intervento unico nel suo genere, frutto di un grande lavoro di squadra tra neonatologi, chirurghi, anestesisti e infermieri.

    “La malformazione – prosegue Messina – è stata individuata subito dopo la nascita da parto gemellare.
    I neonatologi della TIN hanno immediatamente messo in sicurezza il piccolo, rendendo possibile l’operazione a 5 giorni dal parto. Dopo l’intervento chirurgico, il neonato è stato mantenuto sedato, con un particolare mix farmacologico, per 12 giorni, in modo che rimanesse immobile e con tutti i muscoli totalmente rilassati perché anche il minimo movimento avrebbe potuto essere fatale, vista la complessità dell’intervento effettuato”.

    Il piccolo è ricoverato in Terapia Intensiva Neonatale e ora pesa 1,4 kg e continua a crescere.
    “La più grande soddisfazione per tutti noi – conclude Messina – è che a distanza di 20 giorni dall’intervento, ha appena iniziato a mangiare i primi cc di latte e tutto il sistema della deglutizione e l’apparato digerente funzionano”.

    In sala operatoria, insieme al professor Messina, hanno lavorato i chirurghi Giovanni Di Maggio, Francesco Ferrara e Francesco Molinaro, gli anestesisti Laura Giuntini, Enrica Tommasini, Cecilia Mugnaioli e Claudia Salvini, gli infermieri Camilla Palazzi e Cinzia Gallina e l’operatore tecnico Gabriella Benato.


    I MIGLIORI OSPEDALI IN CUI PARTORIRE: PREMATURO SALVATO A SIENA

    Re: Info Policlinico S. Maria alle Scotte di Siena

    Citazione Originariamente Scritto da *Gabriellaxyz* Visualizza Messaggio
    Posso chiederti kiary come ti sei trovata ?
    Cosa ti è piaciuto e cosa no ?
    Confermi le informazioni riportate nella scheda o vedi delle imprecisioni ?
    Certo!
    Rispondo molto volentieri!
    Nell'ambiente ospedaliero delle Scotte mi sono trovata bene, l'unico "problema",come ho gia' raccontato nel mio blog e' stata la difficolta' di essere inizialmente considerata dalle ostetriche causa il grande afflusso di nascite in quei gg (tipo 20 bambini in un paio di gg e purtroppo non tutti i parti sono stati veloci come il mio.. )
    Cmq le ostetriche hanno fatto un lavoro egregio per quanto mi riguarda.
    Rispondo alla scheda nei punti riguardanti quello che e' stata la mia esperienza, non metto commenti a quello che non conosco personalmente


    Camera singola: no, tutte a due letti con bagno privato (2 case parto). Ogni camera è comunicante con un piccolo nido, uno spazio apposito dove si trova un fasciatoio e tutto l’occorrente per le cure del neonato.
    Orari di visita: 14-15/19-20. Non si puo' entrare in reparto al di fuori degli orari di visita. La famiglia puo' aspettare nella sala d'attesa solo al momento del parto.


    confermo anche se devo dire che c'e' sempre stato uno dei miei familiari con me praticamente 24/24. o mio marito o mia mamma o il mio babbo. A mio marito gli hanno permesso di "campeggiare" dormendo per terra accanto al mio letto per le 3 notti che siamo stati ricoverati. Il rooming-in per la mia famiglia e' stato a 3!!
    E devo dire che mi ha fatto davvero comodo avere lui al mio fianco perche' avevo i punti di sutura della lacerazione che mi tiravano tantissimo e per 10gg non sono riuscita a stare a sedere, quindi anche il solo scendere dal letto per me era difficilissimo. Anche i pasti li ho tutti consumati in piedi.... tipo buffet!!!


    Preparazione al parto:

    Corso preparto: si, gratuito (Ostetricia e ginecologia). Prenotazione corsi di educazione alla nascita: tel 0577/280700
    Richiesta di esami medici per il padre che vuole assistere al parto: no


    il corso preparto l'ho seguito a Grosseto, pero' so che al consultorio lo organizzano ed e' gratuito.
    Sara' che si e' trovato "incastrato" all'ultimo momento ma mio marito ha partecipato al parto (in sala travaglio) senza che gli facessero storie o richieste particolari....

    Travaglio e Parto:

    Possibilità di assumere la posizione che si vuole durante il travaglio: si
    .......iltravaglio l'ho fatto quasi tutto a casa e nel corridoio dell'ospedale in attesa... camminando...

    Attrezzature previste nel caso, oltre al letto: sgabello olandese, poltrona, vasca
    ........non lo so--------
    Possibilità di assumere la posizione che si vuole durante il parto: no
    ......... credo sia cosi', a me mi hanno messo direttamente sdraiata sul lettino
    Epidurale: si, previa visita anestesiologica gratuita (http://www.ao-siena.toscana.it/Dip_m..._epidurale.pdf)
    ........vero
    Presenza del padre in sala parto: si .............confermo

    Possibilita' di donare il cordone ombelicale: si (informarsi per la compilazione dei moduli in tempo
    .....avrei voluto farlo ma non ho potuto perche' come ho gia' detto avevano un casino clamoroso.... peccato, mi sarebbe davvero piaciuto.

    Degenza:

    Rooming-in: si. Il neonato puo' stare sempre con la mamma, giorno e notte. Le puericultrici lo tengono un'ora al mattino per controlli medici, medicazione dell'ombelico, lavaggio e cambio vesitini........... pero' mentre ci sono controlli, lavaggi puoi stare con lui, quindi puoi non separartene MAI!... bellissimo
    !!
    Utilizzo del ciuccio in reparto per prassi: no .........vero E L'ATTAMENTO AL SENO E' UNA COSA SU CUI PUNTANO TANTISSIMO!!!! ho visto che a chi deve dare la aggiunta fanno usare il DAS
    L'ospedale fornisce:
    -per il neonato: garze per l'ombelico, tutto l'occorrente per la culletta.
    -per la mamma: assorbenti solo se la mamma ne è sprovvista. [/COLOR] .......e mutande di rete!!
    .... meglio sempre pero' portarseli da casa, con questi chiari di luna chissa' mai che coi tagli alla sanita' non li possano piu' fornire...........

    Da portare in valigia:
    -per il neonato: vestiti (in generale un cambio per giorno di degenza).
    -per la mamma: pannolini post-parto, camicia da notte e pantofole, vestiti, asciugamani.
    ....................STOVIGLIE PER LA COLAZIONE (SOPRATTUTTO UNA TAZZA; CUCCHIAINO; COLTELLO

    -documenti: carta d'identità, cartellina ostetrica.

    Voto Natural:

    Attaccamento del bambino al seno: subito dopo la nascita. Appena nato, il bimbo viene adagiato sulla pancia della mamma e solo dopo si recide il cordone ombelicale.
    ............... a me veramente hanno reciso il cordone, lo hanno portato via per una mezz'oretta (il tempo che hanno messo a suturarmi la lacerazione e me lo hanno riportato "pulito" in sala travaglio e me lo hanno fatto attaccare al seno, poi io spinta in carrozzina, lui nella sua culletta siamo stati portati subito in camera...)

    Quando le condizioni lo permettono, si cerca di effettuarlo anche in caso di cesareo. Alla dimissione il 94% delle donne nutre esclusivamente al seno i piccoli.
    KIARY+FLAVIO=solo tanto buon latte di mamma



    Percentuale di episiotomie e di uso dell'ossitocina per stimolare le contrazioni: 30% la percentuale delle donne che hanno subìto l’episiotomia

    ................ io sono stata fatta lacerare spontaneamente (I grado), nessun taglio praticato, l'ossitocina me l'hanno fatta in flebo e non so bene nemmeno il perche', forse perche' avevano paura che si rallentasse il parto??
    Le contrazioni le sentivo benissimo ero io che dicevo all'ostetrica quando stavano arrivando... e con 4 spinte Flavio e' nato..... boh....




    Osservazioni:

    Al terzo mese a tutti i neonati viene fatta l’ecografia delle anche, programmata già alla dimissione, per controllare la presenza di un’eventuale displasia.
    ................VERO ma io non gliela faro' fare al mio cucciolo per vari motivi:
    1) la manovra di ortolani ha dato segno negativo
    2) e' un maschietto, la statistica vuole che ne soffrano piu le femminucce
    3)non abbiamo casi in famiglia ne' io ne' mio marito e c'e' una componente ereditaria
    4) e' nato "consistente" ma normopeso (3,510kg) in genere ne sono affetti i bimbi grossi grossi casomai..........
    e' rimasta una prassi li' a Siena, per esempio a Grosseto lo fanno solo per chi ha potenziale probabilita' di esserne affetto.........


    Presenza di una banca del latte. ...VERO

    spero di essere stata utile.............................
    per qualsiasi chiarimento chiedete pure,
    questa risposta l'ho scritta fra una poppata e un'altra..... in questi giorni Flavio ha uno scatto di crescita e sono esausta, mi prosciugaaaaaaaaaaaaaaaaaaa





    09/2011 Mentina , angioletto mio, proteggi da Lassu' il tuo fratellino <3 <3 <3

    "Sto lavorando ad un progetto pilota di psicologia applicata; stiamo studiando l'effetto dell'attenzione continua personalizzata sullo sviluppo psico-affettivo del lattante" [...] da Besame Mucho di C.Gonzalez

    Re: Policlinico S. Maria alle Scotte di Siena

    GRANDE FESTA IN PEDIATRIA CON I NATI DEL 2012

    19/12/2012

    SIENA. Tradizionale festa dei bimbi nati a Siena nel 2012, organizzata dall'Ostetricia e Ginecologia del policlinico Santa Maria alle Scotte, diretta dal professor Felice Petraglia. Sono circa 1400 i bimbi nati a Siena nel 2012. Tutti i nuovi nati, le loro famiglie, la Direzione Aziendale e i professionisti del Dipartimento Materno-Infantile, hanno festeggiato insieme all'arcivescovo Antonio Buoncristiani per la tradizionale "Festa dei bimbi nati a Siena". Durante l'evento si è svolto uno spettacolo sul tema della maternità e, al termine, è stato offerto un piccolo rinfresco, con il fondamentale contributo dei volontari AVO. Ogni bimbo ha ricevuto una pergamena in ricordo del giorno della sua nascita.

    Grande festa in pediatria con i nati del 2012 - Siena, Scotte, pediatria, festa, nati 2012, pergamena - Il Cittadino Online

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •