Lista utenti taggati

    Allattamento.... Informazioni generali e sostegno reciproco

    corsi formazione

    Care mamme allattatrici,
    questo topic nasce per farvi compagnia e sostenervi nel vostro viaggio nel meraviglioso ma a volte faticoso mondo dell’allattamento.
    La prima pagina ospiterà una tabella con i nomi di tutte quelle che vorranno essere inserite.
    Il topic ha un approccio di tipo peer; siamo semplici mamme che hanno già affrontato l'avventura dell'allattamento e che sono felici di portare la propria esperienza a quelle mamme che si apprestano a viverla.
    Sappiamo che ogni allattamento è unico nel suo genere così come ogni coppia mamma-bimbo; ci auguriamo che qui potrete sentirvi comprese e sostenute.
    Ed ecco a voi le mamme allattatrici!

    Mamma&bebèpoppante-tipo*attacco al seno **
    manulabadula&Giuliaesperto si
    sarag&Daniele esperto si
    eli1977&Fabio senior si (paracapezzoli)
    merimeri&Clementina junior si
    rensie79&Bianca senior si
    Cubanita&Liam esperto si
    Giosy_77&Mayaesperto si
    giuggy74&Stefano senior si
    deni09&Christian junior si
    Trabattà&Francesca junior si
    Pillywiggin&Gabriele junior si
    mad&Federicojunior si
    Kyraxxx&Dilettaesperto si
    chiaraK&Sofia esperto si
    mamitta&Davide senior si
    ClaudiaN&LucreziaAngelica esperto si
    pepina&Gioele senior si
    ales83&Simone senior si
    T.C.Diana&Nike senior si
    eleluca7770&Luca Maria senior si
    Le83&Serena Junior si
    Bimba76&Davide esperto si
    Amelie Poulain&Jacopo Junior si
    ksenia73&Martina senior si
    Chiara e Simone&Simone senior si
    Irenef & Enea esperto si
    *poppante junior: < di 6 mesi
    poppante senior: dai 6 ai 12 mesi
    poppante esperto: > di 12 mesi

    ** si / no, prende latte col biberon o con altri sistemi di alimentazione supplementare / si, ma con paracapezzoli


    Una presentazione a parte la meritano le nostre mamme speciali che sono passate da qui:

    elenabo, mamma allattatrice di due splendidi gemelli, Matteo e Samuele
    elemauli, mamma allattatrice di Rebecca, nata a 32 settimane
    neva_, mamma allattatrice di Jacopo, che è riuscita a non interrompere il suo allattamento anche dovendo sottoporsi ad intervento in anestesia totale e allatta utilizzando un solo seno
    Ariel78, mamma allattatrice di Michelle, nata a 34 settimane, che prosegue il suo allattamento seguendo una rigida dieta a causa delle forti intolleranze della piccola
    Misia, mamma allattatrice di Paolo e Greta, gemellini nati a 32 settimane
    TC.Diana, mamma allattatrice di Nike, nata a 34 settimane
    12na, mamma allattatrice di due splendidi gemelli, Giada e Christian
    beneowl, mamma allattatrice di due splendidi gemelli, Margherita e Leonardo
    ninny-any, mamma allattatrice di Giordano, nato a 32 settimane
    (se ci sono altre mamme speciali tra voi, fatevi avanti!)




    Venite a trovarci anche su Facebook!
    Allattamentomaterno




    18 febbraio 2012: il mio piccolo Angelo in cielo
    Se c'è qualcosa che desideriamo cambiare nel bambino, dovremmo prima esaminarlo bene e vedere se non è qualcosa che faremmo meglio a cambiare in noi stessi. (C.G. Jung)
    Ultima modifica di Flattershy; 15-06-12 alle 08:55

    Riferimento: Bisogno di consigli!!!! allattamento nei primi giorni

    Indicazioni generali

    L’allattamento al seno è un’arte da imparare giorno dopo giorno.
    I neonati sono diversi e hanno loro personali stili di poppata: c’è il buon poppatore che in poco tempo prende tutto il latte che gli serve e magari da un solo seno, e il pigrone che si addormenta immediatamente e ha bisogno di essere cambiato di seno anche 3-4 volte per essere incoraggiato a poppare.
    L’allattamento dovrebbe essere a richiesta, vale a dire quando il bambino ne ha bisogno.
    Lasciate che sia il bambino a stabilire il tempo da passare al seno, il numero delle poppate e l'intervallo tra di esse, quando staccarsi e se prendere un solo seno alla volta o entrambi.
    Un bambino si nutre a sufficienza se: il suo stato generale di salute è buono, è vispo, bagna almeno 6 pannolini al giorno con pipì chiara e non concentrata e il suo aumento ponderale è di circa mezzo kg al mese nei primi 3 mesi e circa 70-80g a settimana in seguito; aumenta inoltre in statura e circonferenza cranica.
    Ci si può basare su questi segnali tralasciando la doppia pesata che è spesso poco attendibile e fonte di ansia per le mamme.
    Le indicazioni generali si riferiscono a bambini sani e nati a termine; i casi particolari vanno valutati singolarmente



    Per approfondire:

    Dal sito de La Leche League, domande e risposte:
    http://www.lllitalia.org/index.php?option=com_content&task=view&id=231&Item id=86
    Dal sito dell’OMS, le curve di crescita:
    http://www.who.int/childgrowth/standards/weight_for_age/en/index.html
    Il sito dell'Associazione Italiana consulenti professionali per l'allattamento
    http://www.aicpam.org/




    18 febbraio 2012: il mio piccolo Angelo in cielo
    Se c'è qualcosa che desideriamo cambiare nel bambino, dovremmo prima esaminarlo bene e vedere se non è qualcosa che faremmo meglio a cambiare in noi stessi. (C.G. Jung)

    Riferimento: Bisogno di consigli!!!! allattamento nei primi giorni





    le immagini sono tratte da
    consultorionuoro.it
    e da
    babycentre.co.uk




    18 febbraio 2012: il mio piccolo Angelo in cielo
    Se c'è qualcosa che desideriamo cambiare nel bambino, dovremmo prima esaminarlo bene e vedere se non è qualcosa che faremmo meglio a cambiare in noi stessi. (C.G. Jung)

    Riferimento: Bisogno di consigli!!!! allattamento nei primi giorni




    18 febbraio 2012: il mio piccolo Angelo in cielo
    Se c'è qualcosa che desideriamo cambiare nel bambino, dovremmo prima esaminarlo bene e vedere se non è qualcosa che faremmo meglio a cambiare in noi stessi. (C.G. Jung)
    Ultima modifica di Metabolé; 18-09-14 alle 15:09

    Allattamento.... Informazioni generali e sostegno reciproco

    Ciao a tutte,
    innanzi tutto mi presento:
    Sono Luisa, mamma di Antonio e Andrea.
    In questo piccolo spazio possiamo parlare di allattamento, affrontando i dubbi principali di ogni neo mamma e sostenendoci l'un l'altra.
    L'approccio di questo spazio è di tipo "peer".
    Si intende per peer il sostegno che si dà "tra pari".
    Io non sono un medico o una ostetrica, sono una mamma che si mette a disposizione di altre mamme.
    Una "mamma senior" possiamo dire.
    I problemi che voi vivete oggi, li ho vissuti io con entrambi i miei figli... poi ho acquisito esperienza e sono riuscita a superarli, anche grazie alle "mamma senior" che mi hanno aiutato e sostenuto.
    Assieme possiamo provare a superare i momenti difficili legati all'allattamento.
    Per quanto mi sarà possibile vorrei corredare le cose che scrivo di una idonea bibliografia!

    Naturalmente ogni sostegno di altre mamme è molto gradito.

    Riferimento: Allattamento.... Informazioni generali e sostegno reciproco

    LE RACCOMANDAZIONI OMS

    Inizio questo post con le raccomandazioni dell'OMS sull'allattamento

    L'OMS CONSIGLIA
    -ALLATTAMENTO ESCLUSIVO AL SENO SINO AL 6 MESE DI VITA DEL BAMBINO
    -ALLATTAMENTO PREVALENTE SINO ALL'ANNO DI ETA'
    -SE MAMMA E BAMBINO GRADISCONO ALLATTAMENTO PROLUNGATO SINO A 36 MESI


    Allattamento al seno esclusivo = Latte materno, compreso latte materno spremuto o latte materno da una balia - Gocce, sciroppi (vitamine, minerali, farmaci) - Nient’altro
    Allattamento al seno predominante = Latte materno, compreso latte materno spremuto o latte materno da una balia, come fonte predominante di nutrientiLiquidi non nutritivi (acqua, the, tisane, succhi di frutta, soluzioni idratanti), gocce, sciroppi)
    Nient’altro (in particolare, latte non umano, liquidi nutritivi)

    fonte oms e mami

    Riferimento: Allattamento.... Informazioni generali e sostegno reciproco

    che bella idea che hai avuto...è davvero carino da parte tua!
    Aspetto ancora la mia piccola per fine febbraio ma mi prenoto già per questo fantastico topic!
    grazie fin d'ora per la tua grande disponibilità


    Riferimento: Allattamento.... Informazioni generali e sostegno reciproco

    FONTE OMS GINEVRA 1989

    I 10 PASSI PER IL SUCCESSO DELL’ALLATTAMENTO AL SENO
    Ogni punto nascita e di assistenza al neonato dovrebbe:
    1. Definire un protocollo scritto per la promozione dell’allattamento al seno da far
    conoscere a tutto il personale sanitario.
    2. Addestrare il personale sanitario affinché possa mettere in pratica tale
    protocollo.
    3. Informare le donne già durante la gravidanza sui vantaggi e sulla conduzione
    dell’allattamento al seno.
    4. Aiutare le madri perché comincino ad allattare al seno entro mezz’ora dal parto.
    5. Mostrare alle madri come allattare e come mantenere la produzione di latte
    anche in caso di separazione dal neonato.
    6. Non somministrare ai neonati alimenti o liquidi diversi dal latte materno, salvo
    indicazioni mediche.
    7. Praticare il rooming-in, permettere cioè alla madre e al bambino di restare
    insieme 24 ore su 24 durante la permanenza in ospedale.
    8. Incoraggiare l’allattamento al seno a richiesta.
    9. Non dare tettarelle artificiali o succhiotti durante il periodo dell’allattamento.
    10. Favorire lo stabilirsi di gruppi di sostegno all’allattamento al seno ai quali le
    madri possano rivolgersi dopo la dimissione dall’ospedale o dalla clinica.

    Riferimento: Allattamento.... Informazioni generali e sostegno reciproco

    Le grandi paure sono nemiche dell'allattamento!!

    Ricordo perfettamente che quando ebbi Antonio le mie paure sono state delle grandi nemiche.
    Avevo paura di non saperlo accudire e non essere in grado di aiutarlo a crescere.
    E soprattutto avevo paura della bilancia e delle curve di crescita.
    Per non parlare dei maledetti percentili!!!

    In ospedale mi hanno incoraggiato poco, hanno offerto a mio figlio il biberon e a me hanno proposto la doppia pesata.

    Niente di peggio!!

    Per questo voglio aprire questo spazio con un incoraggiamento
    FIDATEVI DI VOI STESSE E DEL VOSTRO BAMBINO.

    Il vostro bambino nasce programmato per sapere cosa è meglio per lui, e voi...
    per quanto neomamme, per quanto vi sentiate inesperte, avete sicuramente la capacità di capire quando vostro figlio sta bene.

    Ricordatevi che il vostro obiettivo è che stia bene e che cresca.

    Il vostro obiettivo non è che cresca tanto
    Il vostro obiettivo non è che raggiunga uno standard di peso
    Il nostro obiettivo non è che si uniformi a delle curve di crescita.

    Come capiamo se il bambino sta bene e mangia abbastanza?

    Cercando dei riscontri oggettivi che non vertano solo sul peso

    Innanzi tutto.... cerchiamo di metterci al centro della questione.

    Quando noi mangiamo il giusto cosa facciamo?

    Abbiamo energie e siamo allegri.

    ANCHE UN NEONATO CHE MANGIA IL GIUSTO HA MOLTE ENERGIE

    Facciamo pipì e puppù

    ANCHE UN NEONATO CHE MANGIA IL GIUSTO FA PIPI' E PUPPU'

    NE FA 5 - 6 AL GIORNO (DI PIPI') E UNA PUPPU' AL GIORNO.... ALLE VOLTE OGNI 2

    Quando noi non mangiamo abbastanza cosa facciamo?
    Ci arrabbiamo, cerchiamo cibo, poi magari ci sentiamo deboli.

    Esattamente così farà un neonato.
    Piangerà
    Cercherà il seno
    Si indebolirà.

    SE VOSTRO FIGLIO BAGNA 5 - 6 PANNOLINI AL GIORNO
    E' ENERGICO
    NON E' SONNOLENTO

    Il vostro allattamento è sulla buona strada, sia che prenda 80 grammi di latte a poppata che se ne prenda 120 o magari solo 30.

    Sia che prenda 80 grammi a settimana che ne prenda 150.

    Ricordatevi che la bilancia non è tutto

    Riferimento: Allattamento.... Informazioni generali e sostegno reciproco

    NO ALL'OSSESSIONE PER LA BILANCIA

    FONTE UN PEDIATRA PER AMICO Rivista n. 2 Marzo-Aprile - 2003

    La bilancia: un`ossessione già da neonati
    di Alessandra Puppo

    L’avvio e il mantenimento di un’adeguata secrezione lattea sono determinati soprattutto dalla suzione esercitata dal bambino sul capezzolo della madre, ogni volta che lo si attacca al seno. Questo significa che un neonato che si attacca al seno presto e con ritmo frequente è una buona garanzia per la produzione del latte. La quantità di latte richiesta dal bambino é variabile da individuo a individuo e dipende dal peso corporeo, dall’età, dal ritmo “naturale”di accrescimento del singolo lattante, e anche dalla sua capacità costituzionale di “bruciare” o di “immagazzinare” il cibo. La dose di latte non è sempre uguale a ogni poppata, ma può variare anche molto nel corso della giornata. La quantità di latte che il bambino assume a ogni poppata non è “prescrivibile” con indicazioni matematiche: un lattante sano sa da sé ogni volta quanto latte deve prendere dal seno. La prassi della doppia pesata prima e dopo ogni poppata per verificare se la dose di latte assunta corrisponde a quella indicata nelle istruzioni mediche è quasi sempre inutile e causa di ansie, così come è inutile, anzi sbagliato, verificare la regolarità della crescita giorno per giorno.. L’accrescimento può essere valutato solo su di un arco di tempo più ampio, almeno sette- dieci giorni (anche proprio per entrare nel campo di sensibilità e precisione della bilancia): sappiamo che un lattante, nei primi mesi, cresce in media circa 150-200 grammi alla settimana. In caso di accrescimenti significativamente (e persistentemente!) diversi, conviene sentire la opinione del pediatra, che in generale, giustamente, raccomanderà di aspettare e/o di valutare altri parametri, il primo dei quali è la “soddisfazione” del bambino e il secondo la quantità della pipi prima di intervenire.

LinkBacks (?)


Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •