Allarme OMS per la resistenza agli antibiotici ✿

antibiotico resistenzaUn nuovo rapporto dell’OMS, ha rivelato una situazione allarmante per la salute pubblica a livello globale.

 

Nel suo primo studio sul problema dell’antibiotico resistenza l’organizzazione ha analizzato i dati provenienti dalle segnalazioni raccolte in 114 paesi diversi.
La condizione di antibiotico resistenza si verifica quando un germe patogeno muta la sua risposta ad un principio attivo ed il farmaco diventa quindi inefficace per la cura di quella infezione.
Il rapporto evidenzia la diffusione del fenomeno di antibiotico resistenza in molte specie di batteri, ma focalizza la sua attenzione su sette di questi, responsabili di patologie comuni e potenzialmente gravi.

 

Si parla di setticemia, diarrea, polmonite, infezioni urinarie e gonorrea.
In particolare la resistenza ai carbapenemi di Klebsiella pneumoniae è fortemente aumentata.
Questo batterio in tutto il mondo è il maggior responsabile delle infezioni ospedaliere, neonatali e nelle unità di terapia intensiva.
Anche la resistenza ai fluorchinoloni in caso di infezioni urinarie da Escherichia coli supera ormai il cinquanta per cento dei casi seguiti.

 

L’inefficacia delle cefalosporine di terza generazione nel trattamento della gonorrea è confermata in Austria, Australia, Canada, Francia, Giappone, Norvegia, Slovenia, Sud Africa, Svezia e Regno Unito.
Questa malattia colpisce più di un milione di persone nel mondo ogni giorno.
Il Dr Keiji Fukuda dell’OMS auspica interventi urgenti al fine di evitare una futura era “post antibiotica”, nella quale infezioni comuni e ferite non gravi torneranno a causare la morte.
La resistenza agli antibiotici aumenta la durata della malattia ed incrementa il rischio di morte (ad esempio le persone affette da Staphylococcus aureus meticillino resistente, hanno una probabilità di morte del 64% più alta rispetto agli infetti da batteri non resistenti).

 

L’antibiotico resistenza aumenta anche i costi della sanità, causando terapie più complesse e ricoveri ospedalieri prolungati.
L’OMS indica alcune soluzioni al problema.
Il primo mezzo per combattere questa allarmante situazione è quella di un accurato monitoraggio soprattutto perché non tutte le nazioni dispongono di un efficace sistema di controllo e segnalazione.
Altro passo importante è quello della prevenzione delle infezioni tramite una maggiore attenzione all’igiene, all’accesso ad acqua potabile, alle cure mediche appropriate e programmi di vaccinazione efficaci, così da ridurre la necessità di ricorrere al farmaco antibiotico.
L’OMS auspica anche l’avvento di nuovi mezzi diagnostici e terapeutici, in grado di aggirare il problema della resistenza.

 

Suggerisce inoltre di seguire semplici regole di comportamento: usare antibiotici solo quando prescritti da medici, per il periodo indicato e nel modo corretto.

 

 

Fonti Bibliografiche

– Antimicrobial resistance: global report on surveillance 2014
– WHO’s first global report on antibiotic resistance reveals serious, worldwide threat to public health

 

 

 

forum approfondire segue

Facebook Comments

2.9K Shares

Laura Pellegrini

Psicologa clinica e psicoterapeuta in formazione a orientamento psicoanalitico lacaniano. Laureata in filosofia. Cultrice della materia presso la Facoltà di Psicologia di Milano dell’Università del Sacro Cuore. Si occupa delle tematiche legate alla femminilità e alla maternità nel campo della psicoanalisi, con particolare interesse per la clinica perinatale. Ha maturato esperienza nell’ambito della didattica e della formazione universitaria e della relazione d’aiuto con pazienti psichiatrici in contesto comunitario residenziale. Ha inoltre esperienza nel settore del fitness con particolare riguardo alle questioni legate all’allenamento e all’alimentazione durante la gestazione e l’allattamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2.9K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap