Acquaticità per il benessere in gravidanza

Acquaticità gestanti

NASCERE NATURAL

Il corpo umano è composto per il 75% di acqua, inoltre, fin dal concepimento, la nuova vita nasce e cresce nell’acqua,anche per questo sempre più spesso le donne trovano naturale avvicinarsi a questo elemento e alla pratica dell’acquaticità.

In gravidanza praticare  attività sportiva di medio impatto motorio e aerobico, aiuta la donna a gestire meglio i cambiamenti che avvengono fisiologicamente nel corpo.

Tutto avviene con minore sforzo in quanto il peso del corpo in acqua diminuisce fino ad un sesto, facilitando notevolmente i movimenti. Grazie all’acquaticità, viene rinforzata la fascia muscolare lombo-sacrale e questo permette di migliorare la postura riducendo il dolore alla schiena, disturbo comune a termine di gravidanza.

I benefici dell’acquaticità sono riscontrabili anche a livello emotivo e psichico poichè l’attività in acqua permette di scaricare tensioni, di rilassarsi e quindi di vivere la gravidanza con minori paure ed ansie; gli esercizi in acqua, inoltre,  facilitano il sonno attenuando le fastidiose insonnie che spesso accompagnano le donne gravide.

Per trarre pienamente beneficio da tale attività è necessario che l’acqua sia ad una temperatura compresa tra 30 C° e i 32 C° (l’acqua fredda irrigidisce i muscoli e riduce rilassamento mentre l’acqua troppo calda potrebbe accentuare il problema degli edemi declivi). Per praticare acquaticità in gravidanza non è necessario  saper nuotare perché l’attività in acqua può anche limitarsi a passeggiate ed esercizi con i presidi di galleggiamento quali tavolette e tubi.

Molte piscine ormai dispongono di corsi appositi permettendo alle future mamme di confrontarsi con chi vive lo stesso percorso di vita.

I benefici legati all’elemento acquatico sono riscontrabili  anche durante il parto, infatti, sempre più donne scelgono di  partorire in acqua e sempre più ospedali sono attrezzati per andare incontro a questa richiesta.

I vantaggi del travaglio in acqua sono una minore sofferenza per il feto che alla nascita si ritrova in un ambiente noto e si abitua gradualmente alla vita extrauterina, sia per la madre che sente meno lo sforzo fisico e il dolore dell’attività contrattile grazie all’effetto rilassante dell’acqua calda.

 

Fonti e approfondimenti:

L’importanza dell’attività fisica in acqua – Sara Lurago
Attività fisica in gravidanza, le risposte dell’organismo all’acquaticità – Viviana Lira
Benefici dell’acquamotricità prenatale – Letizia Bellenzier

 

Articolo a cura della Redazione di Mammole

Nel forum ne parliamo qui LINK

5 Risposte a “Acquaticità per il benessere in gravidanza”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>