Acetone: di che si tratta? ✿

acetone nei bambini

In età pediatrica, specie dai 4 anni in poi, è frequente la sindrome acetonica.

In questo periodo della vita il bambino incontra maggiori difficoltà nel mantenere costante il livello di glicemia.
In alcune situazioni di stress come il digiuno (per malesseri vari), o in occasione di elevato dispendio di energie (sforzi prolungati ma anche febbre elevata) ma soprattutto con la concomitanza di una dieta ricca di cibi molto grassi (fritti, abbondante cioccolato, junk food), ecco apparire una modificazione del metabolismo.

L’organismo, esaurite le scorte glucidiche (zuccheri), ricerca l’energia mediante la mobilizzazione dei grassi, che bruciando, producono nell’organismo i corpi chetonici: acetone, acido acetacetico, acido beta-idrossibutirrico.

L’accumulo di questi acidi nel sangue e nelle urine provoca quello che comunemente viene chiamato “acetone”, caratterizzato da un alito acre, dolce e pungente e da altri sintomi quali pallore, occhi cerchiati, nausea e vomito ed un generale senso di indolenza.

L’acetone, come sopracitato, è la reazione… [SEGUE]

 

Facebook Comments

2.8K Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2.8K Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap