Nuove ricerche sul sistema immunitario dei neonati ✿

neonato batteri
L’arrivo di un neonato è spesso accompagnato da molte ansie e dalle precauzioni volte a salvaguardare la sua salute.
Un recente studio sembra invece rivelare che i bambini appena nati non siano del tutto indifesi verso il mondo esterno, potendo vantare in un sistema immunitario più forte di quello che fino a oggi si è sempre ritenuto.
I bambini, quindi, sono esposti al contatto con germi e batteri ma possiedono già i meccanismi di difesa robusti ed efficienti.

 

Lo studio – condotto dal King’s College di Londra e pubblicato su Nature Medicine – prende in esame la reattività nei bambini delle risposte immunitarie cellulo-mediate, cioè di quelle che non prevedono il coinvolgimento di anticorpi.

 

I dati raccolti mostrano dei risultati in controtendenza con quanto finora creduto, svelando una sorprendente efficienza del loro sistema immunitario.
La risposta immunitaria dei neonati, infatti, funziona attraverso meccanismi che lo differenziano da quello di un adulto, ma è ugualmente in grado di raggiungere un alto grado di reattività a batteri e agenti patogeni.

 

Il segreto di questo complesso sistema di difesa sarebbe da ricercare nel ruolo dei linfociti T (una particolare forma di leucociti).
Questi, infatti, si sono rivelati in grado di produrre l’importante Interleuchina-8, proteina coinvolta nell’innesco delle reazioni infiammatorie che fronteggiano gli attacchi batterici.

 

Come spiega la stessa Dott.ssa Deena Gibbons, coordinatrice della ricerca, i neonati non sono così indifesi dal mondo esterno come potrebbe sembrare.
Il loro sistema immunitario, infatti, non solo è molto efficiente, ma inizia a formarsi già quando il bimbo si trova nell’utero materno, per proteggerlo da eventuali agenti patogeni veicolati dal corpo della stessa madre.
I linfociti T, quindi, non sarebbero inattivi come si credeva, ma svolgerebbero fin da subito il loro ruolo nella difesa dell’organismo del piccolo.La ricerca in esame si è svolta attraverso il prelievo e l’analisi di campioni di sangue di 28 bambini prematuri.

 

L’osservazione dei dati ha condotto a sfatare alcune false credenze sull’effettiva efficacia del sistema immunitario dei neonati, ma ha sollevato altri interrogativi. Rimane da approfondire, in particolare, il perché del diverso funzionamento del sistema immunitario di adulti e neonati.

 

Fonti:

 

Vuoi saperne di più? Le Mammole ne discutono qui LINK

 

Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on Twitter0Email this to someone

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>