Pigiamino o sacco nanna per i neonati prematuri? ✿

pigiama neonato

 

Alcuni scienziati dell’Università di Rennes e della Brest University Hospital, hanno riscontrato una sorta di influenza dell’abbigliamento sul comportamento dei neonati prematuri.

 

Infatti, i neonati per i quali è stato utilizzato un sacco nanna sono risultati meno attivi, toccando il proprio corpo con meno frequenza dei neonati prematuri vestiti di un semplice pigiamino.

La prima semplice motivazione fornita dagli scienziati in merito a questo differente comportamento, risiede nella spiegazione che i neonati trovassero meno libertà di movimento ed un minor comfort nel sacco nanna, a dispetto di una maggior abilità del pigiamino.

E’ stato, però, ampiamente dimostrato scientificamente che le prime esperienze di vita possono avere riflessi di lunga durata sullo sviluppo emotivo e sociale dei neonati in genere e dei neonati prematuri in particolare.

 

 

 

 

E’ stato condotto quindi uno studio sull’argomento, di modo tale da fornire dati comparati ottenuti dall’osservazione diretta dei comportamenti di neonati prematuri vestiti con un sacco nanna e di quelli vestiti con un pigiamino.

Lo studio ha permesso di evidenziare in primis un’effettiva maggiore attività dei neonati vestiti col pigiamino, rispetto a quelli vestiti col sacco nanna, che invece si sono dimostrati più passivi e meno vitali.

 

Nello specifico, i prematuri con tutine hanno mostrato un numero maggiore di gesti, una tendenza a toccarsi di più e un atteggiamento delle braccia e delle mani più predisposto ad entrare in contatto con l’ambiente circostante e con la propria testa. Di contro, i prematuri alloggiati nel sacco nanna, hanno mostrato braccia distese e mani ferme e chiuse, con movimenti ridotti e nessun contatto col proprio corpo.

La prima causa imputabile a questo diverso tipo d’atteggiamento influenzato dall’abbigliamento è che, per dei neonati prematuri sotto i due chili di peso, sollevare le braccia all’interno del sacco nanna richiedeva troppo sforzo fisico. Ma la necessità che i neonati prematuri si tocchino è legata al fatto che questa gestualità ha un grande impatto positivo sulla riduzione dello stress neonatale.

 

Soprattutto i neonati pretermine necessitano di un maggior contatto fisico col proprio corpo per compensare il distacco dall’accogliente grembo materno e per ridurre lo stress da tardivo contatto con i genitori. Oltre allo stress già normalmente presente nei neonati prematuri, l’impossibilità di movimenti e di auto toccarsi, ha incrementato i livelli stressogeni, creando un impaccio fisico ed un impedimento evidente dei movimenti naturali.

A questo punto è chiaro che il sacco nanna potrebbe non solo creare un disagio temporaneo ma determinare anche, nel lungo termine, l’ipotesi di disagi emozionali e motori legati alle prime esperienze di vita.

Il presente studio sta cercando di apportare nuove prove a riguardo, utilizzando un numero di bambini prenatali maggiore, ponendo l’accento su problematiche spesso non considerate importanti che invece possono avere un grosso impatto sulla vita futura dei bambini.

 

 

Fonti Bibliografiche

Unexpected behavioural consequences of preterm newborns’ clothing

 

Bodysuit or sleep sack ? That is the serious question

 

 

 

 

 

forum approfondire segue

 

 

banner-altri-articoli-approfondimenti

 

 

 

 

Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on Twitter0Email this to someone

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>