La musica può aiutare il concepimento ✿

fecondazioneUna recente ricerca ha messo in evidenza come la musica può aiutare la fecondazione. Pare infatti che le vibrazioni sonore aumentano le probabilità che lo spermatozoo fecondi l’ovulo.

A dirlo è uno studio tenutosi presso l’Istituto Marquès di Barcellona e presentato al congresso della Società Europea di Riproduzione (ESHRE) tenutosi a Londra.

 

Lo studio ha dunque portato a nuove scoperte per aumentare i tassi di fertilità, presupposto fondamentale nel campo della fecondazione in vitro. Per realizzare la ricerca sono stati utilizzati degli altoparlanti che trasmettevano musica 24 ore su 24. Sono stati analizzati 985 embrioni provenienti da 114 pazienti diversi.

 

Gli ovuli di ogni paziente sono stati divisi in due gruppi: un gruppo è stato posto in un incubatore con altoparlanti e musica e l’altro invece senza l’apporto sonoro.

Quello che è emerso è che il tasso di fecondazione è aumentato del 4.8% per gli ovuli che “ascoltavano” la musica.

 

Inoltre, sono stati scelti tre differenti generi musicali: Pop, Hard Rock e musica classica, per verificare se la frequenza delle onde sonore influisse in qualche modo. Non sono emerse, però, sostanziali differenze.

 

La dottoressa Marisa López-Teijón, responsabile della Riproduzione Assistita presso l’Istituto Marquès ed autore principale di questo studio, ha spiegato i risultati rilevati asserendo che le micro-vibrazioni prodotte dal suono sono in grado di smuovere il terreno di coltura nel quale è posto l’ovulo.

 

In questo modo si verifica una distribuzione più omogenea dei nutrienti posti nel terreno e una dispersione dei prodotti tossici provenienti dal loro accumulo. In sintesi, si vengono a creare i presupposti per una crescita migliore.

 

Per quanto riguarda la riproduzione in vitro, da sempre si cerca di ricreare le condizioni tipiche della crescita nell’utero materno. Quindi vengono considerate la temperatura, l’oscurità e la quantità di ossigeno ed anidride carbonica.

 

Quelli che rappresentano i passaggi più complessi da ricreare riguardano i continui movimenti intrauterini. Grazie all’uso della musica ed alle micro-vibrazioni che questa genera, è possibile riprodurre in maniera piuttosto realistica questi movimenti. Assomigliano molto, infatti, ai movimenti peristaltici a livello delle tube di Falloppio, passaggio che l’ovocita imbocca per raggiungere l’utero.

 

I risultati incoraggianti di questo studio, hanno portato i ricercatori dell’Istituto Marquès a far partire nuove ricerche per verificare l’impatto della musica nelle altre fasi della crescita embrionale.

 

Fonte:
http://www.institutomarques.com/pdf/journal-fertilization.pdf

 

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Email this to someone

3 Risposte a “La musica può aiutare il concepimento ✿”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>