Grani di miglio, i puntini bianchi che spaventano ✿

grani milio

La maggior parte dei bambini soffre di frequenti esplosioni di grani di miglio sul viso.

I grani di miglio sono minuscoli puntini bianchi che appaiono sulla pelle, frequentemente sotto gli occhi, sono piccole cisti bianche piene di una sostanza chiamata cheratina, una proteina naturale della pelle.

Possono insorgere a qualsiasi età, ma sono particolarmente comuni nei bambini piccoli: il 50% dei neonati presenta infatti i grani di miglio.

Quando appaiono negli adulti possono essere rimossi, invece nei neonati scompaiono autonomamente entro poche settimane.

 

 

 

 

Vengono così chiamati per la loro somiglianza con il miglio, una graminacea molto diffusa.
Il loro sviluppo è determinato dalle variazioni ormonali caratteristiche dei primi giorni di vita e dalla incompleta maturazione delle ghiandole sebacee.
I grani di milio sono un fenomeno transitorio che regredisce naturalmente in breve tempo, sono un fenomeno assolutamente fisiologico.

Non sono dolorosi ma si raccomanda, comunque per i neonati, di lavare la parte colpita con acqua calda almeno due volte al giorno e poi asciugare con cura.
La detersione del viso del bambino dovrebbe avvenire con prodotti rispettosi del delicato pH della pelle.
Ma, soprattutto, non vanno spremuti.

 

Ricordiamo inoltre che molti prodotti della grande distribuzione, seppur definiti specifici per la prima infanzia, non rispondono ai requisiti di qualità e di naturalità.

Da evitare i prodotti contenenti petrolati, il film chimico che determinano non favorisce l’apertura dei pori e la liberazione dei condotti delle ghiandole sebacee, quindi è bene quindi rivolgersi alle farmacie e alle erboristerie, per l’acquisto di prodotti consigliati.

 

 

forum approfondire segue

 
 

Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on Twitter0Email this to someone

Una risposta a “Grani di miglio, i puntini bianchi che spaventano ✿”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>