Lista utenti taggati

Discussione: Nodulo al seno

    Nodulo al seno

    ciao a tutte,
    girovagavo alla ricerca del posto giusto dove scrivere,dove chiedere un consiglio o soltanto leggere le esperienze altrui. Ho letto diversi post ma forse non ne ho trovato uno che parlasse di una storia come la mia. Io non ho ancora iniziato la famosa caccia alla cicogna,ho 27 anni e sono sposata da 7 mesi. La cosa che più desidero attualmente è avere un bambino,anzi questo è un desiderio che mi porto dietro da anni,ma prima non avevo incontrato il mio adorabile marito e poi quando l'ho incontrato mi sono prima laureata,ho trovato un lavoro precario e ci siamo sposati. Lo sapevo che sarebbe arrivato prima o poi il momento in cui il mio desiderio sarebbe diventato più forte di me o quasi. Allora cosa mi ferma?
    Paura.
    Avevo 15 anni quando sono stata operata al seno per la prima volta, di tumore benigno, 19 la seconda volta, 23 la terza volta ed ora...ho 5 noduli...4 a destra e 1 a sinistra. questo è già un impedimento. io non voglio,non riesco a sopportare psicologicamente un'altro intervento,altre cicatrici,altri dolori che probabilmente non metteranno fine a questa storia. in più sarei costretta ad aspettare altri mesi prima di iniziare la caccia...in più mi sta subentrando l'ipocondria...e se con tutti questi interventi mi avessero trasmesso qualche malattia grave? lo so,questa ipocondria non ha senso,è una paura folle, frutto forse del mio attuale malessere. potrei fare dei controlli no? no! non ci riesco,mi sento paralizzata,sono bloccata tra un desiderio fortissimo ed una paura insensata. cosa devo fare? abbiamo aspettato questi mesi per cercare di mettere da parte un pò di soldi ma io desidero diventare madre con tutto il cuore. ma ho paura. paura che questi noduli potrebbero essere anche da qualche altra parte...e che questo possa essere un altro ostacolo
    scusatemi,mi rendo conto che i miei problemi possono sembrare quasi irrisori rispetto agli altri,ma davvero non so proprio dove battere la testa

    Riferimento: Quanta paura....

    Ciao Islove,
    chi ti risponde non è un dottore (o meglio una dottoressa), ma una persona che ha una "cultura personale" in fatto di tumori...non essere egoista!!!!!!!!! Non pensare solo alla tua gioia e alla tua felicità, pensa che un bimbo ha bisogno di mille cure e di mille attenzioni e soprattutto della sua mamma!!!!! La cosa che ti posso consigliare è quella innanzitutto di farti curare (cosa moooooooooolto importante e da non sottovalutare proprio per niente!!!!) poi non è detto che tu non possa provarci subito (sicuramente non il giorno dopo!) ringrazia Dio che sono tumori benigni che non necessitano di cure invasive e che non mettono a repentaglio la tua vita!
    Se hai il timore che tu possa avere qualcosa di più grave vai dal tuo medico e fatti prescrivere i markers tumorali così per lo meno ti metti l'anima in pace, ma l'egoismo mettilo da parte te lo chiedo per favore.
    Un abbraccio, Beba


    P.S vedrai che il momento giusto arriverà anche per te, prima di quanto tu possa immaginare.

    Riferimento: Quanta paura....

    ciao Isolve... io quoto bebina...
    fai tutti i controlli...mettendoti, cosi' l'anima in pace...e risolvi gli altri noduli che ti hanno trovata...
    l'obiettivo che ti sei prefissata, ovvero diventare mamma, ti dara' la forza di affrontare tutto questo....
    sii fiduciosa ed ottimista....
    per quello che potra' servirti, noi ti siamo vicine....qui hai trovato una seconda famiglia

    Riferimento: Quanta paura....

    uhmm non penso che il mio sia egoismo,se fossi stata egoista non avrei aspettato 7 mesi per tenermi il lavoro e cercare una stabilità che potesse fare solo bene ad un eventuale bambino. non avrei chiamato questo topic...quanta paura...se davvero non ne avessi così tanta. un intervento chirurgico non risolverebbe il mio problema,ma forse tre sì. almeno per i noduli attuali. se non ne usciranno altri,poco probabile dato l'andamento degli ultimi 12 anni. 3 interventi non si fanno in tre mesi. i miei noduli sono al seno e il seno con cicatrici non potrebbe sopportare un aumento di tensione e di volume come invece accade in gravidanza. forse quello che dovrei fare è parlare con un senologo e chiedere una gravidanza come inciderebbe su questa questione......in ogni caso vi ringrazio!

    Riferimento: Quanta paura....

    ciao Islove, provo a immaginare come ti senti...e non dev'essere facile perchè da una parte vorresti buttarti e coronare il tuo sogno di avere una famiglia mentre dall'altra c'è la paura e i mille dubbi che ti frenano... e purtroppo per quanto si cercano delle risposte e delle conferme sembrano non arrivare mai....io grazie al Cielo non ho mai dovuto affrontare dei tumori però ti dico la mia vita non è stata delle più facili...in 4 anni ho fatto 5 interventi, stupidate a confronto delle tue, ma ho sofferto molto...emotivamente e soprattutto fisicamente....ho fatto anche un incidente in auto come se non bastasse...mi ricordo quel periodo, ero molto a terra...mi sembrava di esser sempre dietro a far visite...e che i problemi non si risolvessero mai, mi sentivo come se stessi buttando via il tempo...e volevo anch'io farmi una famiglia ma ovviamente rimandavo perchè prima c'era la priorità di risolvere altre cose.. e capivo che finchè non le avessi risolte non avrei potuto buttarmi nella ricerca di una gravidanza. Anch'io mi sentivo un po ipocondriaca...la verità era che mi ammalavo spessissimo perchè ero debole, tra antibiotici e il resto...ed ero diventata paranoica per igiene e quant'altro... ma è normale, quando passi brutti periodi e fai operazioni che ti costano molto (costano in senso di sacrificio non di denaro)...e soprattutto quando sei moralmente a terra e nonostante fai di tutto per risolvere le cose i problemi ti si ripresentano sempre e puntualmente vanificando tutto...... scusami il papiro ma era per dirti che anche se io non ho affrontato quello che ti trovi ad affrontare tu ti posso capire e che i dubbi che hai sono normalissimi e legittimi e anzi è saggio che tu ti ponga tutte queste domande e tutti questi se prima di cercare di avere un bambino.... il consiglio che posso darti è questo: sei giovanissima, non sei prossima alla menopausa quindi prima cerca di curati per benino, sistema ciò che puoi sistemare, anche se controvoglia piuttosto fai una visita in più.....perchè è meglio prevenire adesso che ritrovarti poi incinta a dover prendere decisioni difficili, e poi una volta nato il tuo bimbo avrà bisogno di te più di qualunque altra persona e perciò dovrai stare bene per lui e anche per questo è meglio che piuttosto fai un sacrificio in più adesso ma cerchi di curarti al meglio ti dò anche un altro consiglio, poi vedi tu...hai mai pensato di provare con l'omeopatia? So che tante persone la snobbano, che tanti non ci credono ma per esperienza personale ti posso dire che con me ha fatto miracoli...sul serio!!Spesso i malesseri fisici che abbiamo sono la proiezione di qualcosa che non va nel nostro animo....magari la medicina certo ti può togliere i noduli e dunque non tralasciare questo, ma l'omeopatia può sbloccare ciò che te li fa ritornare....provaci, fai una visita da un bravo omeopata....vedi cosa ti dice, se poi non ti va bene...puoi sempre lasciar perdere!! e in più sono cure che non hanno effetti collaterali....l'unica cosa è che non ti danno effetti immediati, ci vuole costanza..... io ero una di quelle che diceva che l'omeopatia era una stupidata..veramente! mi ci ha trascinata mio marito quasi a forza a fare la prima visita e le prime cure....e io sono una testona, prima di cambiare idea... ne passa !! ti faccio un mega in bocca al lupo e tranquilla che risolverai tutto, un po di pazienza e di fiducia, e poi un giorno ripenserai a quanto sei stata in gamba e forte...e avrai tra le braccia il tuo pupetto (o pupetta ! )

    Riferimento: Quanta paura....

    grazie batuffina,le tue parole hanno avuto un effetto calmante oserei dire!sai io non la snobbo l'omeopatia ma semplicemente non la conosco. dovrei informarmi un bel pò. grazie e spero di conoscerti meglio! gli ostacoli vanno affrontati e superati anzi,quando raggiungeremo l'obiettivo sarà tutto più bello

    Riferimento: Quanta paura....

    islove ciao!
    le bimbe che ti hanno detto di non essere egoista non pensavano che tu lo fossI! il loro messaggio era che devi prima pensare al tuo bene in ogni senso, fisico e mentale e poi con calma affrontare la maternità.
    intendevano dirti che vorrai sentirti al riparo non solo dalla malattia ma anche da altre cose, dalle tue angosce, paure, come per altre dai litigi, dalla crisi economica e così via, quando avrai fra le braccia il tuo piccolo.
    il desiderio di maternità non si affievolisce nel corso del tempo, matura con noi e si trasforma, diventa sempre più reale nel momento in cui cominci a lavorare su quell'obiettivo.

    non so che consigli darti per le tue cure ed analisi, non sono una dottoressa, ti posso solo dire di avere fede, forza, coraggio come già stai dimostrando.
    quello che non devi avere più, è la PAURA, ok?
    fai bene ad informarti, stai partendo con il piede corretto.
    tanti anni fa, vietavano alle donne col rene trapiantatno di fare figli. ora li fanno. lo stesso per chi aveva avuto il cuore malato, un tumore o chissà che.
    quindi la differenza lo fa il cuore, la perseveranza e la fiducia.
    sarai una mamma dolcissima e comprensiva e saprai trasmettere cosa vuol dire amare la vita e curarla e non disdegnarla.

    dovrai rigenerarti e cominciare a provare quando sarai pronta a tutto ciò che la ricerca di una gravidanza può portare: ti può andar bene alle prime e dovrai confrontarti col tuo fisico e le tue paure; potrebbe essere necessario entrare in pma come tante di noi, e qui dovrai tirar fuori la grinta.
    ma non ti manca di certo l'allenamento, vero?

    coraggio, siamo con te!

    Micheletta!!!

    Riferimento: Quanta paura....

    ciao micheletta,ti ho letto to in questi giorni.
    innanzitutto grazie per avermi risposto. sono un pò di settimane che sono in questo...limbo...forse potrei chiamarlo così!
    no,la forza non mi manca,ma la stanchezza a volte si fa sentire e così ecco il periodo no!
    sarà che in questo periodo vedo poco mio marito poichè il suo lavoro si concentra in questo periodo,sarà che a casa sono sola e quindi non mi confronto e quando cerco di parlare telefonicamente con mia mamma lei parte coi suoi..."quando sono rimasta incinta di te neanche lo sapevo"...grazie mamma ma proprio non mi aiuti per niente! per lei è tutto facile,alla fine sono io che sto come una ***** a perdermi nei meandri del mio cervello...poi da oggi sono in vacanza dal lavoro e voi direte...bene...no,non quando sei sola...
    però rispetto ai giorni scorsi mi sento più calma e un pò più ottimista
    speriamo di continuare così!
    e a te come va?

    Riferimento: Quanta paura....

    senti, una cosa che ho imparato in questi anni è che c'è un modo per stare meglio: esternare le nostre emozioni, quelle che ti colpiscono alla pancia . sono le più vere e prima o poi se le chiudi dentro, sbottano e fanno più male.
    per esempio: oggi si pensa una cosa. e non la si dice.
    domani ci si ripensa.
    poi ogni tanto torna su.
    e si continua a non dirla. con l'idea che siamo noi a sbagliare, potenzialmente siamo noi che possiamo errare nel comprendere, siamo noi che ci dobbiamo impegnare a capire, siamo noi che dobbiamo essere le più forti. prima o poi ci passerà.
    niente di più sbagliato.

    l'errore che si fa è di buttarlo fuori quando bolle (hai presente il sale nell'acqua a bollore? un conto è a 60 gradi, un conto è a 100 gradi) . allora dobbiamo elaborare e cercare di far capire il nostro sentimento, non solo chiedendo di sfogare il nostro pensiero ma cercando di impegnarsi nell'ascolto e il feed back del nostro messaggio (così scosti l'attenzione dal tuo dolore e non diventa lava incandescente).

    con mamma, esterna, prendila da parte, dille che soffri, non è un problema biologico, anche tu lo farai tuo figlio, ma ora senti disagio, paura, apprensione. e queste cose un'ovulazione azzeccata non te la leva. un test positivo non te lo leva. speri che passi , ma avrai ancora più bisogno di lei.

    inoltre dobbiamo partire dal presupposto che non tutti (non dico di tua madre eH!! lei ti capirà) ragionano come ci attendiamo.
    ora anch'io sto male perchè una mia amica per la seconda volta ha omesso di dirmi che è incinta. lo sanno tutti e noi, che siamo amici da 30 anni (mio marito cioè) siamo stati snobbati come si fa con i conoscenti davanti al bidone della spazzatura (due secondi e zac il sacchetto è dentro e "arrivederci...ha sentito che freddo oggi che fa?" "eh si, arrivederci".
    questo è quello che ci si sente arrivare da chi non ragiona sui veri rapporti fra persone.

    per fortuna non son tutte così le persone, ma vanno un po' testate: il termometro nel didietro gli ci va messo per misurargli la temperatura...

    Micheletta!!!

    Riferimento: Quanta paura....

    Carissima Isolve, capisco ciò ke provi,gli interventi al seno metterebbero a dura prova ogni ragazza, il seno è un organo delicato ed è il simbolo della ns femminilità, immagino cosa dev'essere avere delle cicatrici, quanto hai dovuto combattere e ke ora sei stanca!!! Sicuramente devi parlare col tuo senologo, la tua malattia è benigna e credo che sia un ostacolo sormontabile, ho avuto molte pazienti con vari tipi di mastopatia fibrocistica che hanno avuto gravidanze, se temi che con gli inerventi ti abbiano trasmesso qualcosa fai l'antiHCV e l'HBsAg, te li fai prescrivere dal curante, in pochi giorni hai il risultato e stai + tranquilla!!! ti servono x iniziare la caccia serena al 100%, ma son sicura che saran negativi, xchè li fanno a tutti quelli che si devono operare, e dopo aver operato qsti pazienti fan cicli di sterilizzazione profonda delle sale operatorie. Io come te avevo desiderio di maternità da tanto tempo, ma ho conosciuto mio marito solo nel 2007,siamo sposati da aprile,ma io sono disoccupata da fine ottobre e ho tante paure come te...la paura è un'emozione profonda che nasce dalla consapevolezza ke ci son cose ke sfuggono al ns controllo, la consapevolezza è segno di maturità e questa paura và esorcizzata condividendola con ki ti ama (la tua mamma)( e con noi) x arrivare alla conclusione ke la vita è così, è così x tutti,dobbiamo affrontarla così com'è con combattività, non possiamo aspettare ke tutto sia sotto controllo perchè la vita scorre e non viverla appieno è 1 peccato, e l'unico modo x affrontare ciò che non possiamo controllare è avere un paracadute se cadiamo, ke è l'amore di ki ci stà vicino, ke ci può rialzare!!! ti abbraccio forte e spero di esser stata d'aiuto e incrocio x te!!! (nb scusa x il papiro)
    Marcy

    20/9/10 un angioletto è volato via ed ora veglia su di noi.... mamma e papà non ti dimenticheranno mai amore...
    Luca & Silvia i miei tesori, le mie vere ragioni di vita!!!

LinkBacks (?)


Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •