Linee guida della somministrazione del fluoro ai bambini ✿

denti

Risale allo scorso novembre 2013, la diffusione delle ultime linee guida per la promozione della salute orale, che apportano diverse modifiche a precedenti indicazioni diffuse dallo stesso Ministero nel 2008.

 

Tra le novità più interessanti, si dettano nuove regole per la somministrazione del Fluoro ai bambini, oltre ad alcune nuove raccomandazioni in tema di prevenzione delle patologie alle mucose

Le linee guida per la prevenzione dei disturbi legati alla salute della bocca costituiscono un documento, che dovrebbe essere periodicamente aggiornato, rilasciato a livello nazionale dal Ministero della Salute.

Lo scopo è quello di diffondere informazioni corrette e sempre al passo con le ricerche mediche, per indirizzare i professionisti del settore nel trattamento e nella prevenzione delle patologie orali dei soggetti in età evolutiva (bambini di età compresa tra 0 e 14 anni).

Tra le varie problematiche affrontate dal team di ricercatori chiamato ad elaborare il documento, l’attenzione si concentra principalmente su tre problemi: trattamento e prevenzione della carie, prevenzione delle patologie gengivali e prevenzione delle malattie che colpiscono la mucosa orale.

 

 

 

Conformandosi agli elevati standard raggiunti dalla ricerca medica del settore nei paesi più avanzati, anche l’Italia interviene, in particolare, per modificare i presidi medici di somministrazione del Fluoro ai bambini.

Il presidente della Sioi (Società Italiana di Odontoiatria Infantile) Giuseppe Marzo, fornisce delucidazioni sui motivi di questo intervento, spiegando le ragioni che hanno spinto alla modifica delle vecchie linee guida.

Le nuove scoperte mediche, come sottolinea Marzo, sembrano dimostrare come la somministrazione topica del Fluoro sia in grande misura più efficace nella prevenzione della carie infantile rispetto alla somministrazione sistemica, fino ad oggi adottata.

Le precedenti indicazioni ministeriali infatti, pur considerando già il Fluoro come uno strumento essenziale per migliorare la salute orale dei più piccoli, ne consigliavano l’assunzione sotto forma di gocce o pastiglie.

 

Oggi invece, alla luce dei passi avanti compiuti dalla ricerca nel campo, sembra che il maggiore risultato per la protezione dello smalto dentale possa essere raggiunto solo attraverso un contatto diretto di questa sostanza con la superficie dei denti, riducendo così drasticamente anche il pericolo che si disperda nell’organismo.

Sì, quindi a dentifrici arricchiti e a gel da applicare direttamente sui denti con apposite mascherine, che massimizzano l’azione diretta della sostanza solo dove serve.

Il documento, reca dettagliate informazioni sulle finalità della ricerca e sugli studi clinici posti alla base delle nuove linee guida per la prevenzione delle malattie del cavo orale.

 

 

Aggiornamento delle linee guida

Ministero della Salute Linee guida nazionali per la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età evolutiva PDF

 

 

banner-altri-articoli-approfondimenti

 

forum approfondire segue

 

Diritto d’autore: choreograph / 123RF Archivio Fotografico
 

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Email this to someone

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>