Vostro figlio è un bambino indaco? ✿

shutterstock_152142164

Vostro figlio è naturalmente “regale”? Non tollera l’autorità? Ha un pensiero estremamente creativo? Trova la soluzione ad ogni problema? A scuola è ritenuto “difficile”? Forse è un “bambino indaco”!

 

Una ricercatrice con la capacità di vedere l’aura delle persone, ha notato che i bimbi dell’ultima generazione emanano un’energia color blu-violetto: da qui la denominazione “indaco”. Questi bambini sono speciali e le caratteristiche sopracitate non sono che un accenno!
Sempre più spesso capita di sentire maestri e genitori parlare di bambini iperattivi che non riescono a mantenere la concentrazione in classe e che sembrano annoiarsi durante le lezioni.

 

Mamme preoccupate sono ricorse all’aiuto di specialisti e molte, soprattutto all’estero, scelgono la strada del farmaco per migliorare la situazione. Ma la situazione di chi? Dei bimbi o dei maestri? Siamo sicure sia l’unica soluzione? Fior fior di opinionisti, scienziati, medici e ricercatori, assicurano che non sono i bambini il problema, ma è il mondo che li circonda a non essere “alla loro altezza”.

 

Sembra che i nostri figli facciano parte di una nuova generazione di anime, estremamente evolute rispetto a quelle del passato! Non tutti i bimbi nati negli ultimi anni sono bimbi indaco, così come non tutti i bimbi irrequieti lo sono…
I bimbi indaco ci leggono dentro come un libro aperto dandoci l’impressione di poterci leggere nel pensiero; hanno una forte predisposizione a fare tutto da soli e solo in casi particolari richiedono un aiuto esterno; assorbono le novità come spugne, diventando in breve dei veri esperti su argomenti a loro congeniali; vivono immersi nel presente, nel “qui ed ora”.

 

Il problema è che bimbi così svegli, preparati, saggi e coscienti di ciò che sono, a scuola possono sembrare “strani e diversi” perché saranno loro stessi ad allontanarsi dal gruppo alla ricerca di qualcosa di più stimolante… Questo viene interpretato come mancanza di rispetto verso gli insegnanti e gli altri alunni…

 

Insomma, essere delle anime evolute può dare i suoi problemi: questi bimbi possono non sentirsi capiti, possono richiedere più attenzione e presenza ai genitori, possono essere “curati” per le loro caratteristiche particolari da chi non riesce a vederne il lato speciale.
E se qualcuna di noi riconoscesse in queste descrizioni il proprio figlio?

 

Gli esperti dicono che, con intuito e saggezza, saremo in grado di gestire la situazione, aiutando i nostri bambini a diventare adulti responsabili delle loro molteplici risorse. Che poi è quello che ogni genitore vorrebbe fare… Insomma, ogni bimbo, indaco o meno, è speciale e meritevole di attenzioni particolari! Ogni bimbo, anche se possiede un’anima poco evoluta, ha capacità uniche! Ogni bimbo è originale a modo suo!

 

 

Nicla

 

Vuoi saperne di più? Le Mammole ne discutono qui LINK

 

 

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>